Itri: Marco Ghirotto" Sogno ed organizzazione. Devono essere queste le linee guida".

12.07.2019 14:41 di Paolo Annunziata   Vedi letture

A 17 giorni dall'inizio della preparazione in casa dell' Itri, facciamo un primissimo bilancio con il  tecnico che è entrato subito nel cuore dei tifosi, per quello splendido finale di stagione che lo ha portato a un soffio dal playoff, Marco Girotto. " La nostra campagna di rafforzamento - afferma Marco Ghirotto - è stata quella di mantenere la rosa dello scorso anno. E' stato bravo il direttore Gaetano Fiore nel riuscire in questa impresa. Abbiamo perso solo Rossini e Altobelli. Siamo stati bravi a trattenere tutti gli altri. Al momento abbiamo portato a casa le firme di Alex Cano ex Sora. Giocatore che va a rinforzare la batteria dei spagnolo che sale a tre elementi. Abbiamo preso il difensore centrale Silvain Kanku, ex Morolo. Ci sono in corso altre tre trattative, ma aspettiamo le firme.  Poi chiaramente bisognerà tenere qualche finestra aperta per qualche altra soluzione". Che Itri sarà per il prossimo campionato? " Un Itri pronto a dare fastidio a squadre blasonate. Per un piccolo paese come Itri deve essere un motivo d'orgoglio, avere un club così organizzato nella massima categoria regionale. Sarà un Eccellenza ancora più qualitativa, già dalle ultime dieci giornate che ho vissuto in panchina ho visto un livello alto sia in termine di qualità, ma soprattutto di organizzazione"  Le favorite di Marco Ghirotto? " Parlare di favorite il 12 luglio mi pare troppo eccessivo.al momento tutte hanno una percentuale alta per la vittoria finale, Poi bisognerà colmare la percentuale per arrivare al 100% dell'obiettivo prefissato. Ai tifosi dico che ci impegneremo a riportare da subito, quell'entusiasmo che ho trasmesso nel finale della scorsa stagione. Sogno e organizzazione, dovranno essere le nostre linee guida". Effettivamente l'Itri dovrà essere come il Chievo di qualche anno fa, e come l'attuale Udinese e Atalanta. Una piccola realtà pronta a essere la mina vagante del raggruppamento. E con Marco Ghirotto tutto è possibile. Buon lavoro mister.  

La foto è di Francesco Mennella