Latina Sermoneta, il guizzo di Stefano Aquilani. " Gioia indescrivibile".

06.11.2018 16:39 di Paolo Annunziata articolo letto 133 volte

Quando il gioco comincia a diventare duro, i duri non si tirano indietro. Il capitano del Latina Sermoneta Stefano Aquilani, è ritornato al gol, un gol di quelli pesanti. Un gol da vero attaccante, rapido nell'anticipare compagni e avversari quando ha visto il pallone rimesos in gioco dalla traversa. " La felicità - dice Stefano Aquilani - in una partita importantissima per il nostro immediato futuro è stata enorme. Abbiamo disputato una bella partita, con grande concentrazione e determinazione soprattutto nel momento più veemente della loro reazione. E' stata una bella emozione, e di gol nè ho fatti, ma quello di domenica è andato momentaneamente a cancellare un momento che ci vedeva da due sconfitte consecutive, una vittoria che mancava dalla quinta giornata ( 1 -  0 ) con la Pro Roma. Lo sappiamo bene che ci aspetta una stagione dove l'obiettivo è la salvezza, la squadra si è rinnovata di sette - undicesimi. Squadra molto giovane, e devo dire tutti bravi, che si applicano in ogni allnamento. Sappiamo bene che le vittorie aiutano a lavorare bene durante la serttimana, quest'anno sto vedendo un campionato molto equilibrato, ogni squadra ha la sua organizzazione di gioco, tutte hanno giocatori di esperienza, lo stesso Ausonia è un collettivo di medio alta classifica, domenica li abbiamo superati in classifica. Classifica che rimane cortissima, nel giro di tre punti ci sono più della metà della squadre dell'intero raggruppamento. Essere ritornato al gol per me è stato importante, per noi attaccanti il gol è come il pane. Realizzare quello da tre punti è ancora più bello. Adesso dobbiamo continuare a lavorare, il tecnico Pelucchini è un grande lavoratore sul campo, e tutti noi lo seguiamo con tanta attenzione. Adesso è arrivato il momento di dare continuità ai risultati, a cominciare da domenica in casa dell'Audace",