S.S. Michele e Donato: Il bilancio della stagione di Sandro Rinaldi " Do un 8 in pagella per quello che abbiamo fatto".

30.05.2019 07:43 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Una stagione che sta volgendo al termine per il settore giovanile del S.S. Michele e Donato, visto che diverse squadre sono impegnate in tornei di alto livello tecnico. Arriva il bilancio della stagione da parte del presidente Sandro Rinaldi. " La cosa che mi rende molto soddisfatto - dice il patron Sandro Rinaldi - è quella che abbiamo portato a termine l'avventura con la prima squadra che ha partecipato al campionato di Seconda Categoria. Una iscrizione arrivata a pochi giorni dall'inizio del campionato. Alla fine ho deciso che era giusto partecipare con una prima squadra che è la madre di ogni società, a prescindere dalla categoria, per i nostri giovani deve essere un punto di riferimento. Anche se il sottoscritto ha voluto fare la prima squadra solo per richieste interne. Devo dire che sono più che soddisfatto per quello che abbiamo fatto in questa stagione.Abbiamo perso con il gruppo dei 2003 il tirolo d'elite, che abbiamo preso con i 2004. Con la Juniores Regionale siamo arrivati terzi in classifica e ci sono tante possibilità di ripescaggio per andare in Elite. Con i 2002 abbiamo fatto un grande lavoro, sono nel mirino di tanti addetti ai lavori di società professionistiche. Un gruppo che in diversi tornei sta facendo veramente bene. E' chiaro che sono amareggiato per la retrocessione dei 2003, sono contento però perchè è un grande gruppo. L'errore è stato fatto solo da noi non accorgendoci che era arrivato il momento di cambiare il tecnico, per dare una scossa. Una scossa che c'è stata e questo avvalora il nostro pensiero. Purtroppo gli errori nel calcio esistono. Non sbaglia chi sta seduto davanti al bar dalla mattina alla sera. Vincere il campionato con i 2004 è stata una sensazione fantastica. Abbiamo battuto squadre blasonate più attrezzate di noi. Con la Scuola Calcio non posso che ringraziare il responsabile Francesco Pacini e il suo staff. Un grazie personale a tutti, non voglio scordare nessuno. Ma non posso citare il diesse Roberto Palluzzi, in queste categorie è il numero uno. Come non ringraziare il direttore tecnico Stefano Rossi, ha insegnato tanto ai nostri tecnici, che lo hanno seguito con grande interesse, anche perchè avevano solo da imparare". Presidente, il futuro? " Tutti possono stare tranquilli, stiamo già lavorando, anche perchè ho confermato ognuno per il proprio ruolo Posso dire che già 10 dei nostri ragazzi, sono pronti per club professionistici, lì annunceremo a tempo debito. Dopo 20 anni che sono presente nel mondo del calcio mi permetto di dire che i ragazzi bravi bisogna darli alle società che fanno categoria superiori, non lasciarli giocare nei campionati provinciali, così si fa solo del male al ragazzo. In chiusura. " Non posso che dare un  in pagella, per il bel lavoro che abbiamo fatto". Il S.S. Michele e Donato c'è, parola di presidente.