Bainsizza: Mister Boccitto " Altra grande prova, il finale poteva essere più rotondo".

05.11.2018 14:50 di Paolo Annunziata articolo letto 199 volte

Con l'ennesima prova di forza l'Atletico Bainsizza torna da Priverno con i tre punti in tasca. Una vittoria ottenuta contro il Roccesecca dei Volsci meritata. " Lo hanno detto - afferma il tecnico Mirko Boccitto - con grande sportività tutti. Il risulatato finale poteva essere più rotondo a nostro favore. Abbiamo fatto la nostra bella figura. Sono contento per la prestazione dei ragazzi, in queste partite è importante la solidità della testa, perchè vincere è sempre difficile. La squadra sta rispondendo bene, le vittorie danno sempre più autostima e ti fanno lavorare bene durante la settimana. Ti fanno credere sempre di più in quello che fai. Sono altri tre punti importanti, i propositi lì facciamo fare agli altri, il nostro obiettivo è sempre lo stesso, divertirci, alla fine tireremo le somme. Così anche il mio lavoro diventa più facile, quando hai un gruppo compatto e solido, come questo dell'Atletico Bainsizza, stanno facendo con grande intensità quello che gli viene chiesto". Rispetto allo scorso anno che campionato stai vedendo? " bel campionato, ci sono due squadre superiori a tutti, due squadre che hanno giocatori importanti e sono Cos Latina e Sabotino, poi un bel lotto di squadre come la nostra, Bassiano, Montenero, Montello, e poi squadre che potrebberon essere la mina vagante come il Podgora e Atletico Itri. Poi non si vince facilmente con nessuno, bisogna stare sempre nel pezzo". Niente riposo per il Bainsizza, oggi di nuovo tutti in campo. " Mercoledì abbiamo la gara di ritorno contro il Real Velletri, dove dobbiamo ribaltare il 2 - 1 di due settimane fa. Oggi faremo un lavoro di scarico per chi ha fatto i 90' e un lavoro differenziato per gli altri, mercoledì lì vorrò vedere bene, per poi decidere la formazione. Vogliamo superare il turno, per dedicarlo al nostro patron Giancarlo Rosato e a Marino ( Alias Maresciallo), per le cene che ci prepara, è il nostro primo tifoso".