Hermada: Marcuzzi " Credo che le attività non riprenderanno più".

18.03.2020 14:04 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' la volta del presidente dell'Hermada Pierpaolo Marcuzzi. Un presidente che sta portando avanti a Borgo Hermada un calcio con grandde professionalità e nel rispetto delle regole. Le domande sono sempre le stesse.

1 ) Fino a questo momento la stagione ha rispettato le vostre aspettative?

" Abbondantemente. Secondi in classifica con la prima squadra, l' Under 17 possiamo dire che ha già vinto il campionato. Under 15 e 14 seconde in classifica, con n umeri importanti per la Scuola Calcio. E' un peccato perchè credo che le attività non riprenderanno più"

2 ) Come state vivendo questo momento?

" In questo momento la priorità è la salute. Da amministratore devo dire che nel comune di Terracina si sono registrati solo due casi, all'interno della stessa famiglia. A livello di calcio le attività sono state tutte sospese già da 15 giorni. Avevamo iniziato ad allenarci dopo l'ultima gara di campionato, nel rispetto delle distanze e dell'igiene, poi con il secondo decreto abbiamo subito tutto sospeso. Visto la situazione che peggiora di giorno dopo giorno credo che le attività non riprenderanno più. La vedo veramente difficile. In campo scenderanno solo i professionisti a porte chiuse, lì c'è un giro di soldi importanti. Sono sicuro che il 3 aprile uscirà un nuovo decreto allungando ancora di più i tempi. L'associazione dei medici sportivi italiani sui campionati dilettanti non si è espressa sulla data degli allenamenti. I tempi saranno lunghi". 

3 ) Il Governo ha bloccato i canoni di affitto alle strutture e a tutte le ASD c'è un contributo di 500 euro per i tecnici. 

" Noi abbiamo un campo in gestione. Il canone di affitto è un problema che non ci appartiene. Il vero problema sarà quello economico. Sarà ancora più difficile trovare lo sponsor da 1000 euro, non dico di più. Il dilettantismo diventerà puro dilettantismo".

4 ) Il futuro calcistico della sua società?

Abbiamo tutta la filiera composta da giovani interessanti, quindi tutti i ragazzi saliranno di categoria. Abbiamo diversi under 21 interessanti. Risorse economiche o no uscirà una squadra degna di nota sia per la Promozione che per la Prima Categoria. Importante sarà arrivarci alla ripresa del gioco".