Il Bainsizza conferma a Cisterna le proprie ambizioni. Boccitto" E' stata una vittoria non facile".

12.02.2019 09:53 di Paolo Annunziata   Vedi letture

In attesa di recuperare la gara con il Montenero ( ancora non è stata fissata la data), l'Atletico Bainsizza, torna a casa dal derby di Cisterna, con tre punti pesanti." Una partita non - dice il tecnico Mirko Boccitto - non facile. Campo difficile, dove si faceva fatica a giocare visto le condizioni del terreno di gioco. Squadra tignosa, che non molla mai. La mia squadra ha risposto bene, temevamo questa partita, c'è stata una bella prestazione da parte di tutti, a me interessa questo. A livello di classifica non cambia nulla, visto che tutte sono andate a punti. Posso dire che non è assolutamente una lotta a due, questo è un campionato dove può succedere ancora di tutto. sarà determinante il recupero con il Montenero, come si fa ad escludere il Bassiano che in questo momento è in seconda posizione. C'è ancora tanto da lavorare, non abbiamo fatto nulla, nella speranza di recuperare quanto prima gli infortunati, mentre tornano a disposizione De Carolis e Scifoni che hanno scontato le due giornate di squalifica. Se guardate il nostro score di marcature fatte, ognuno ha portato il suo contributo, siamo una vera cooperativa del gol. Dobbiamo andare avanti senza fare calcoli, perchè le insidie sono sempre dietro l'angolo, noi dobbiamo stare sempre sul pezzo, tenere duro e lottare fino alla fine. Poi alla fine vedremo chi vincerà il campionato". Adesso sul vostro cammino c'è l'Agora. " Troveremo una squadra in salute, ben organizzata e formata da buone individualità. Vorranno riscattare la sconfitta interna di domenica con il Cos Latina, una sconfitta che brucia ancora. Sarà una bella partita, giochiamo in casa e dobbiamo sfruttare il turno casalingo. Oramai si entra nel vivo del campionato, dove i punti valgono ancora di più". In chiusura " La vittoria di domenica a Cisterna, la squadra e il sottoscritto la vuole dedicare al nostro patron Giancarlo Rosato. Domenica lo vogliamo vedere al campo, perchè la sua presenza ci da ancora più forza".