Montenero 6 incontenibile. Il diggì Santarpia" Sei vittorie e una sconfitta, siamo contenti. Una seconda posizione che ci rende orgogliosi".

19.11.2019 15:23 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Su sette partite sei vittorie e una sconfitta. E' un Montenero che non conosce mezze misure. Secondo posto a tre punti dalla vetta. " Avrei messo non una firma - dice il direttore generale Fabio Santarpia - ma cento. Con grande serenità sta andando oltre secondo i nostri pensieri della vigilia. Sono veramente contento soprattutto sui giovani di lega che si sono subito calati in questa difficile categoria. Giovani come Giustini, Di Maggio, Rossato e Falcone. Lì voglio menzionare pubblicamente per l'attaccamento alla maglia che hanno avuto dal primo giorno di preparazione. Erano la nostra scommessa, speriamo che continuino così. La certezza invece è il reparto difensivo, credo di averlo detto che quest'anno la nostra difesa era meglio di quella dello scorso campionato, non mi sono sbagliato. Stare in seconda posizione in classifica non può che renderci orgogliosi. Continua la strategia del Montenero FC che è quella di venire sempre al campo con il sorriso, a cominciare dal nostro presidente Stefano Zambellan. Non ci sono mai polemiche, discutiamo con grande serenità di ogni problemi, perchè esistono anche a Borgo Montenero, ci mancherebbe". Direttore, niente pause, domani c'è la Coppa Lazio. " E' vero, abbiamo la gara di ritorno da giocare a Pofi, dove all'andata abbiamo perso in casa per due a uno. Come sempre ritorna il problema delle assenze, perchè diversi ragazzi sono impegnati con il lavoro, ma non per questo andiamo demotivati, perchè chi giocherà non sarà inferiore a nessuno. Daranno il massimo per mettere in difficoltà mister Marangon al momento delle scelte in campionato. Non partiamo battuti, non ci saranno strategie tattiche perchè dobbiamo partire veloci. Ci servono due gol senza prenderli per passare il turno. Andiamo a Pofi con questo obiettivo".