Le pontine in Promozione viste da UBALDO STEFANINI

17.08.2019 13:10 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Scaldano i motori le squadre pontine che parteciperanno al prossimo campionato di Promozione. In totale nè sono rimaste solo cinque, anche perchè tre squadre sono andate in Eccellenza. Due di queste Bainsizza e Cos Latina dovrebbero fare il girone C, mentre Sabaudia, Terracina e Monte San Biagio il D, dove sarà uno strapotere ciociaro. Solo i tigrotti dovrebbero reggere l'urto. Abbiamo chiesto al tecnico Ubaldo Stefanini il suo pensiero su queste formazioni.

Atletico Bainsizza: Per loro è la prima volta nella storia partecipare a un campionato di Promozione. Hanno fatto un buon mercato se diamo come bravi tutti i giovani di lega che hanno preso, visto che non nè avevano uno. Credo che hanno perso peso in attacco. Spogliatoio e Terrazzino non lì sostituisci facilmente. Squadra tutta da scoprire, come sempre il gruppo sarà la loro arma vincente.

Cos Latina: 

Anche qui squadra rinnovata visto che anche loro non avevano un giovane di lega. Stimo il tecnico Andrea Bellamio, che allena in Promozione per la seconda volta. Anche per loro è la prima volta in un campionato di Promozione. Credo che la salvezza sia un risultato importante, sarà come aver vinto il campionato. Gli mancheranno i gol di Cocuzzi e Toledo. Allenarsi su un campo di terra battuta per poi andare a giocare sul manto erboso dell'ex Fulgorcavi e in tutti i campi sintetici della provincia romana, non è il massimo. 

Terracina: 

Hanno fatto un grande mercato, se riescono a chiudere il cerchio con un ultimo arrivo, punteranno alla vittoria del campionato. Anche così sono la squadra da battere, in un girone che vedrà 15 formazioni dell'interland ciociaro e solo tre pontine. Grande tecnico e grande rosa, con queste due componenti l'obiettivo non è quello che vincere il campionato. L'incitamento della tifoseria sarà un'altra componente importante. Sarà un bel duello con le ciociare.

Sabaudia: 

Squadra ancora tutta da scoprire, è un vero cantiere aperto. A livello societario hanno un grande presidente che non ha nulla a che vedere con questa categoria. Però non può andare lui in campo. Sono partiti in netto ritardo, il primo obiettivo è quello di fare più punti possibili dall'inizio del campionato a dicembre. Bisogna dargli il tempo di organizzarsi, quando si parte in ritardo si corrono dei seri rischi.

Monte San Biagio: 

Non sarà il Monte San Biagio dello scorso campionato. Squadra giovane e allenatore giovane. Faranno un campionato tranquillo, dove la salvezza deve essere il loro primo obiettivo. Sono giovani ma già con la giuste esperienza. Per un piccolo centro come Monte San Biagio la Promozione è già un grande risultato.