Pontinia: Cencia " C'è tanto rammarico". Mercoledì recupero a Cervaro, in palio il titolo di regina d'inverno, insieme all'Anitrella.

07.01.2019 15:45 di Paolo Annunziata articolo letto 488 volte

Non è bastato tre volte in vantaggio per portare a casa i tre punti. Il fanalino di coda Sabaudia è riuscito sempre a mettere in parità le marcature." Il rammarico - dice Fabrizio Cencia - è proprio questo. La fase difensiva è il mio credo calcistico, non mi era mai capitata una situazione del genere. Soprattutto perchè abbiamo preso tre gol da palle inattive, con il sottoscritto non è mai successa una cosa del genere. Peccato perchè una partita come quella di ieri non si può pareggiare. Però visto i risultati degli altri campi, la classifica si è ancora di più accorciata. E' chiaro che alla vigilia non avrei messo la firma, ma cento. Quindi siamo più che soddisfatti, ma nel girone di ritorno certi errori non dovranno più capitare. Mi è dispiaciuto solo per tutta quella gente che è venuta al campo, erano veramente in tanti, purtroppo in casa stiamo facendo un'enorme fatica. Forse siamo scesi in campo un pizzico presuntuosi, a cominciare dal sottoscritto. L'avevo detto alla viglia che dopo una sosta, le insidie sono sempre dietro l'angolo, vedi quello che è successo alla Vis Sezze. Dobbiamo ripartire subito". Per il Pontinia c'è subito l'occasione per smaltire la rabbia, mercoledì c'è la gara di recupero a Cervaro. " Esatto, scendere subito in campo e non aspettare domenica può essere importante. Oggi ho lasciato i ragazzi a riposo, ci vederemo domani per la rifinitura. Un Cervaro che ieri ha pareggiato a Terracina, si sono rinforzati con l'arrivo dell'attaccante Grillo. Una nostra vittoria ci porterebbe a essere campioni d'inverno insieme all?Anitrella. Un titolo platonico, ma pur sempre un traguardo prestigioso.  Voglio vedere un Pontinia con gli occhi della tigre, quelli che ci hanno contraddistinto in questo girone di andata".