Primavera Aprilia - Terracina vista da FILIPPO Di MARCO

25.11.2019 08:50 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Primavera Aprilia - Terracina è stata una partita molto maschia tra due squadre che meritano l'alta quota della classifica. Con individualità importanti, che ha visto vincere la squadra più esperta. Il tecnico Fabio Gerli si vede che è uno che prepara le partite nei minimi particolari. Il Terracina ha una grande organizzazione tattica, soprattutto il reparto difensivo è impeccabile nei movimenti e nella chiusura degli spazi su un campo come quello del Primavera Aprilia, molto piccolo  con un sintetico vecchio e difficile da abituarsi per l'avversario che ci viene a giocare per la prima volta. Ottima gestione della gara da parte del Terracina che ha sbloccato il risultato nei primi minuti della ripresa con un grandissimo inserimento del centrocampista Borelli ( figlio d'arte, il papà è Giuliano).Schierato con un 4-3-3 il Terracina ha fatto la partita in mezzo al campo dove la dinamicità dei centrocampisti interni ha fatto la differenza. Si è visto molto la mano dell'allenatore nella lettura perfetta della gara, ma soprattutto nelle fasi di gioco. La sorpresa Primavera Aprilia sarà la mina vagante di questo girone, pecca in esperienza ma soprattutto di dinamicità in mezzo al campo. Hanno fatto un ottimo primo tempo, ma poi i valori e secondo me il lavoro settimanale del Terracina sono usciti fuori. Comunque è stata un'ottima partita, ripeto tra due squadre che faranno un grande campionato. Forse del Terracina lo sapevamo dalla vigilia, il Primavera Aprilia non è un fuoco di paglia. Migliori in campo, per i padroni di casa il centrocampista D' Amico. per i tigrotti il centrocampista Borelli.