Terracina: Angelo Stefanini " De Rossi grande squadra, servirà la spinta dei tifosi".

12.09.2019 18:31 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Era importante vincere per il Terracina alla prima, sul campo del Rodolfo Morandi. Vittoria è arrivata, tre punti già pesanti. "  Ha ragione mister Gerli - dice Angelo Stefanini - non so quante squadre porteranno a casa i tre punti. Era importante partire bene, le prime giornata sono sempre un'incognita. Dico che questa squadra farà un ottimo campionato. Neanche quella che arriva domenica a Terracina, il De Rossi, è un'altra ottima squadra. La relazione che abbiamo parla di una squadra fortemente organizzata. Centrocampo e attacco i punti di forza. Squadra che fa un ottimo pressing. Ma noi siamo il Terracina e non ci vogliamo certamente fermare. Servirà una prestazione molto pratica, dobbiamo mostrare un volto più autoritario di quello visto all " Anco Marzio", in un esordio com un que vittorioso. Adesso giochiamo in casa e quindi bisognerà fare una gran bella partita. Giochiamo davanti alla nostra gente, davanti a una tifoseria che ha una grande storia. Lì aspettiamo veramente in tanti, il loro incitamento sarà importante per noi giocatori in campo. Una tifoseria che deve far sempre ricordare il suo blasone la sua storia. Tutte vorrebbero una tifoseria come la nostra, non c'è nè sono neanche in categoria superiore. Ripeto, affronteremo una squadra importante, anche loro hanno un grande entusiasmo dopo la vittoria all'esordio per 4 - 2 contro la Fonte Meravigliosa. Dovremo essere determinati , dimostrando come sempre tanta voglia di vincere". Il tuo pensiero sulla prima giornata delle pontine. " Mi dispiace per le sconfitte di Cos Latina e Sabaudia. Sconfitte con il minimo scarto. Domenica dovranno subito cancellare lo zero dalla loro classifica. Mi hanno detto di un grande Bainsizza, ma per me non è una novità. C'è una società che sa fare calcio, potrebbero essere la mina vagante del campionato. Il Primavera Aprilia non lo consoco, ma quando si parte con una triade formata dal presidente Treiani, il diesse Montella e il tecnico Bindi, i risultati non potranno che arrivare".