La Rocca - Borgo Grappa vista dal tecnico UBALDO STEFANINI

11.11.2019 09:35 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Dopo anni che mancavo al " Romolo Orsini" sono ritornato con molto piacere per vedere giocare la squadra del mio paese. La Rocca e Borgo Grappa si sono affrontate avendo una grande necessità di punti pere tirarsi fuori dalla palude della classifica. Uno scontro diretto giocato su un campo ai limiti della praticabilità. Inizia bene La Rocca con delle buone verticalizzazioni fatte dal bravissimo Riccardo Battisti classe 2002. ( consiglio per gli acquisti), un ragazzo che merita categorie superiori. Prima palla gol è per La Rocca, ma Coia cicca per colpa del terreno davanti alla porta. Dall'altra parte il bomber Simone Sorrentino mette in campo tutta la sue esperienza, da solo mette in apprensione tutta la difesa rocchigiana, che doveva fare a meno di Peppe Pecorilli squalificato. Il primo tempo termina sullo 0 - 0. La ripresa è iniziato a ritmi scoppiettanti, non me lo sarei aspettato, gli ospiti si portano in vantaggio, bella sponda di Sorrentino, che mette Battaglini davanti a De Nardis, l'attaccante ex Montello e Bainsizza non sbaglia. Al 12'  il Grappa rimane in dieci per l'espulsione di Restante, in superiorità numerica La Rocca prende in mano il pallino e ribalta il risultato grazie a una doppietta di Minarchi. Quando la vittoria sembrava certa al 93' Simone Sorrentino tira dal cilindro una giocata delle sue e pareggia i conti. La partita termina sul 2 - 2. Ho visto un Roccagorga pimpante sul piano tattico, su numerose azioni è mancato il tapin vincente. Mi ha meravigliato la sua classifica, non la merita. I migliori in campo Riccardo Battisti, veramente merita altre categorie. Per il Borgo Grappa non può che essere Simone Sorrentino, da solo è il 90% di questa squadra. Un giocatore e un ragazzo che ho nel cuore.....