Agora: Il tecnico Libertini " Non è un alibi, i ragazzi hanno paura di prendere il Covid, il calcio sta cambiando".

20.10.2020 14:06 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Non si esalta dopo una vittoria, non si scoraggia dopo una sconfitta. Lui è il tecnico dell' Agora FC Giovanni Libertini. 

Abbiamo disputato una brutta - dice mister Giovanni Libertini - partita. Anche se non meritavamo di perdere. Dico che il nostro portiere non ha fatto una parato, prendendo gol su calcio di punizione. E' stata una gara dal classico e noioso zero a zero.Tanti giocatori erano sotto tono. Voglio dire questo, non vuole essere un alibi, ma tra tutti noi c'è la paura di prendere il Covid. Non dimentichiamoci che tutti noi lavoriamo, e c'è una famiglia da portare avanti. Il calcio è cambiato, sta diventando una vera impresa fare gli allenamenti e giocare la partita la domenica. Anche se tutto è sanificato, c'è sempre la paura, non è più come prima. Adesso archiviamo questa sconfitta e oggi riprenderemo sempre con le massime cautele, a preparare la gara di domenica. Abbiamo un secondo turno consecutivo casalingo e vogliamo riscattarci. Arriva la Clembofal, avversario tosto, hanno fatto due pareggi a Fondi e con il Real Latina, quindi squadra ben organizzata. Non credo che verranno a Latina per portare via un punto, se la giocheranno da subito. Hanno una cattiveria sportiva importante, ma noi sappiamo bene di giocarcela fino alla fine, senz' altro una formazione da rispettare. Noi siamo un' ottima squadra con un gruppo molto unito e questa è una caratteristica importante, che in Prima Categoria fa la differenza. Vogliamo subito ritornare a far muovere la classifica, non dobbiamo sbagliare nulla".