Aurora Sabaudia: C'è il primo posto in classifica. Di Giorgio " Un primato inatteso, c'è voglia di stupire".

21.10.2020 10:03 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' vero siamo solo alla seconda giornata di campionato di Prima Categoria. In casa dell' Aurora Sabaudia c'è un primato inaspettato da provare a coltivare. Inizio particolare per l'attaccante Luigi Di Giorgio, due gol che hanno portato sei punti. 

" Contro il Sonnino - dice Luigi Di Giorgio - è stata dura. Una squadra che si è dimostrata tosta, ben messa in campo e tanta corsa. Hanno pure sbagliato un calcio di rigore, se sarebbe finita in pareggio non c'era nulla da dire. Questo può essere un segnale per quella che dovrà essere la nostra stagione. Ci prendiamo questi tre punti che come sempre fanno classifica. Siamo consapevoli che possiamo e dobbiamo migliorare. Il gol? Punizione dall'esterno calciata molto bene da Marconi verso il limite dell'area, sono arrivato in anticipo sul pallone e l'ho messo sul palo più lontano. Altro gol da tre punti, la vecchiaia fa bene. Stiamo bene, dobbiamo rimanere tranquilli e rimanere con i piedi ben saldi a terra.La nostra preparazione atletica è soddisfacente".

L'argomento del giorno rimane sempre il Covid. Il tuo pensiero?

" E' ovvio che l'atmosfera è diversa a quella del passato. Non abbiamo certezze per quello che potrà essere l'immediato futuro. Per quanto mi riguarda sono favorevole a giocare, ma massimo rispetto per chi non vuole giocare. Quando abbiamo iniziato la preparazione abbiamo letto il protocollo sanitario che è quasi lo stesso di quello del 18 agosto. Abbiamo deciso di giocare, non è cambiato nulla le regole sono sempre le stesse, quindi tutti sapevamo che la situazione era questa, non giocare adesso non mi sembra corretto. Certo sarà un campionato strano, domenica ci toccherà stare fermi perchè dovevamo giocare contro il Cori. sappiamo bene che situazione stanno vivendo. Questa è l'unica anomalia del campionato, dove ci saranno tante partite di campionato da recuperare. Ci dobbiamo convivere con questa pandemia, nella speranza che venga abbattuta quanto prima possibile, per ritornare tutti insieme alla normalità. Oggi non è così".