Enrico Barbini " La riorganizzazione dei campionati rappresenta l'anno zero. Ci sarà spazio per nuove idee".

15.05.2020 17:19 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' sicuramente uno dei preparatori dei portieri da podio di tutta la provincia. Impegno, professionalità e la crescita dei portieri a fine stagione dove lui è andato è la testimonianza del suo lavoro. Lui è Enrico Barbini. 

" La stagione è finita, ma la cosa brutta è che ancora non annunciano niente. Speriamo che quella del 22 maggio sia la data definitiva, senza fare altri posticipi. E' inutile aspettare, anche perchè i tempi e soprattutto le garanzie sul covid 19 non ci sono più. Adesso dobbiamo solo vedere come sarà la riorganizzazione dei campionati. Dovrà essere l'anno zero. Ci sarà spazio per nuove idee e sicuramente ci saranno tanti ripescaggi, con società sane. Questo è quello che chiederà il presidente del Comitato Regionale Melchiorre Zarelli. Si ipotizza una serie D regionale, se ci sarà i posti per salire sono diversi, anzi ci sarà pure qualche doppio salto. Le riforme portano sempre positività. Ci saranno società sane, con budget sani, queste le regole per ripartire, a differenza degli anni passati con bilanci gonfiati e progetti irrealizzabili. Ci sarà un contenimento dei costi, questo è inevitabile, con i rimborsi adeguati alle categorie. Il giocatore quando vede la serietà di chi ha davanti e di un progetto serio, non fa questione di rimborsi. Con regole nuove, credo che tanti imprenditori ritorneranno a fare calcio, così come tutte le componenti tecniche accetteranno progetto e rimborso. Ipotizzare una data per quanto concerne la ripresa dei campionati, penso che prima della fine di settembre non si ritornerà a giocare, sempre se il tutto sia risolto. Mi dispiace per tuti i tornei estivi che sono saltati, erano una bella vetrina per vedere soprattutto i giovani e per confrontarci tra noi addetti ai lavori".