Fabio Facci " Il ritorno in campo dell'Eccellenza è uno spiraglio di luce per la ripartenza"

08.04.2021 10:44 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' sicuramente uno dei tecnici da podio per serietà e competenza. Da lui non sentirai mai una polemica si prende sempre le sue responsabilità. E in questo ambiente non sempre funziona così. Lui è Fabio Facci. 

" Innanzi tutto - dice Fabio Facci - il ritorno in campo del campionato di Eccellenza è uno spiraglio di luce. Speriamo che a settembre o ottobre si riparti. Dobbiamo ritornare alla normalità. Il calcio è la nostra prima passione, che dobbiamo tenere sempre viva. Due anni senza calcio è stato veramente brutto. Soprattutto per i giovani che hanno perso tanto per la loro crescita tecnica".

Quanto è difficile fare l'allenatore, oggi?

" No, non difficile. Io almeno fino a quando mi diverto continuo. Sappiamo bene che il calcio è sempre legato ai risultati. La mia ultima esperienza fatta a Montello, non è stata affatto negativa come si era detto in quel periodo. A livello di squadra e dirigenziale l'ambiente è veramente professionistico dove si può fare calcio serio. Probabilmente e giustamente i risultati il presidente si sarebbe aspettato di più, a dalla sua parte non posso dargli torto. Non l'ho valutata un'esperienza negativa. Come tanti miei colleghi aspetto una chiamata, anche se al momento è ancora presto. Ci deve essere un progetto con la P maiuscola, questo credo che è il pensiero di ogni allenatore. Adesso la cosa più importante è quella di combatetre questa epidemia. I vaccino sono l'unica soluzione",

Ritornando al presente chi vede come favorita al salto in D?

Nel girone B sto vicino al Gaeta. Hanno le carte in regola, l'arrivo dell'attaccante Palumbo è stato un grande colpo. Sono amico di Francesco Gesmundo, uno che sa fare bene il mestiere, Conosco diversi giocatori, da pontino dobbiamo stare tutti vicini al Gaeta. Portare una squadra in serie D è importante per la nostra provincia. Questa è una vetrina importante per i nostri giovani".