Gianluca Campo" Oggi è diventato difficile allenare, la meritocrazia non esiste"

10.06.2021 13:26 di Paolo Annunziata   Vedi letture

In questi giorni lo vedi sempre in tribuna per assistere alle gare di Coppa Lazio Under 19, per vedere se ci sono ragazzi pronti per le prime squadre. Lui è il tecnico Gianluca Campo. Cominciamo la nostra chiacchierata partendo dai playoff di Eccellenza che partiranno domenica prossima.

"Sono arrivate ai playoff - dice Gianluca Campo - le squadre che avevo pronostico. Avevo detto Sora ma c'è la Tivoli. Tutte squadre corazzate costruite per puntare al playoff. Adesso sono partite secche, ognuna farà una partita sul suo impianto. Al momento dobbiamo darle tutte e tre favorite al 33% L' Uni Pomezia gioca domenica in casa ( c'è stato il sorteggio) contro il Real Monterotondo. Chi vince la prima gara ha un piccolo vantaggio, visto che riposa alla seconda per poi giocare a risultato acquisito. Se tutte sfrutteranno il fattore campo, si rischia che tutte e tre le squadre chiuderanno tutte con tre punti, e sarà la classifica avulsa a decidere le due squadre che andranno in serie D".

Mister, è arrivato il momento in cui le società devono iniziare a programmare.

"  Questo lo stanno facendo in terra romana e ciociara. Da noi è tutto fermo. Non so se è una pre tattica da parte delle società che non vogliono far sapere nulla, giocando a carte coperte. Questo non lo capisco proprio. Siamo sempre un passo indietro alle altre province. La programmazione in terra pontina viene fatta all'ultimo. Si parla tanto e sempre di programmazione, ma non scherziamo.Dopo due anni se i risultati non arrivano scappano via. La dirigenza, partiamo sempre con notevole ritardo. Vediamo società che danno il massimo in due anni, e poi scappano. Questo è sintomo di poca programmazione. Il Settore Giovanile? In questi giorni sto andando a vedere la gare di Under 19 di Coppa Lazio e devo dire di aver visto poco materiale su cui si può lavorare con una prima squadra. Questo determina che dalla base non si preparano i ragazzi a una crescita tecnica, ma si pensa solo al risultato. L' Under 19 è una categoria determinante, in questa categoria si dovrebbe lavorare in simbiosi con la prima squadra, a cominciare dai moduli tattici. Così il ragazzo arriva leggermente favorito, allenandosi con la prima squadra e la domenica alla partita".

L' immediato futuro di Gianluca Campo, calcisticamente parlando?

Per il momento non c'è nulla, c'è stato un piccolo contatto con una società, ma non se nè fatto niente. Vorrei avere un' oppotunità di fare l'allenatore e basta, oggi è diventato molto difficile, la meritocrazia non esiste. In questo gioco si fanno tante chiacchiere che le porta via il vento"