Il presidente Sibilia risponde al tecnico Massimo Morgia.

17.01.2021 10:47 di Paolo Annunziata   Vedi letture

C'è la risposta da parte del presidente della LND Cosimo Sibilia alla lettera scritta dal tecnico Massimo Morgia che oggi allena la Vigor Lamezia. Una esperienza trentennale. In sintesi questo il suo pensiero.

Come sia possibile il diverso trattamento tra il campionato di serie D e gli altri campionati dilettantistici. Le ipotesi spaziano da una riapertura parziale o totale. Credo che il tempo dell'incertezza e del rimanere sospesi sia giunto al termine. Le responsabilità che il suo ruolo gli impone e che sia necessario prendere delle decisioni definitive sul proseguimento o meno dei campionati"

  E' arrivata la risposta da parte del presidente Cosimo Sibilia che, tra le varie domande sollevate da Morgia risponde a quelle sulle varie ipotesi di conclusione dei campionati ricordando che è già stata avamzata e approvata dalla FIGC la richiesta di deroga all'articolo 49 del NOIF ( quello sull'ordinamento dei campionati e che disciplina l'esito dei campionati sul sarà chiamato a pronunciarsi il Consiglio Direttivo della LND.

" Ho letto con interesse ed enorme rispetto la lettera pubblicata in questi giorni dal tecnico Massimo Morgia che ritengo essere una persona di grande spessore, non solo dal punto di vista sportivo, le sue riflessioni rispecchiano alla perfezione il delicato momento che tutti quanto stiamo vivendo. Nel mondo del calcio è evidenti come i Dilettanti stiano pagando il prezzo più alto per gli effetti della pandemia ed io non posso che condividere le preoccupazioni di chi fa parte, a vario titolo del nostro movimento. Personalmente non smetterò mai di operare affinchè si possa tornare in campo, sicurezza, ma che si possa farlo e definitivamente. A tale riguardo la LND ha già provveduto proprio nell'interesse di una categoria importante come l' Eccellenza a cancellare tutte le competizioni a carattere nazionale che che avrebbero potuto togliere spazi utili al massimo campionato regionale. Sulla sua conclusione è già stata avanzata e approvata dalla FIGC, che è competente in materia la richiesta di deroga all'articolo 49 delle NOIF che disciplina l'esito dei campionati sul quale sdarà chiamato a pronunciarsi il Consiglio Direttivo della LND. Considerata l'attuale situazione epidemiologica e la prevista stretta di contenimento del contagio, ritengo che oggi sia quanto mai prematuro imamginare come e quando le competizioni possano riprendere e concludersi. Questo non vuol dire uno scarico di responsabilità. Senza il benestare delle autorità Governative e sanitarie, è impossibile immaginare i tempi i tempi della ripartenza dei campionati. In ogni caso caro Massimo, la mia disponiblità al confronto è totale e ben vengono osservazioni qualificate come quelle che hai espresso. Buon calcio, e speriamo presto che sia di nuovo quello giocato".