Lettera aperta di... Simone Pietrogiacomi

13.07.2021 11:15 di Paolo Annunziata   vedi letture

Da Simone Pietrogiacomi riceviamo e pubblichiamo: 

" A livello calcistico, penso che la Spagna sia stata qualitativamente un gradino superiori alle altre, per gioco e individualità in relazione all'età giovani dei singoli giocatori, soprattutto mi ha impressionato Pedri. Da italiano, fa piacere e sono molto contento per la vittoria dell' Europeo, spero sia una partenza per un cambio generazionale in 15 anni ( da Germania 2006) mai è avvenuto, con l' investimento dalle categorie Allievi alla Primavera su giovani italiani, che anche se non pronti dandogli fiducia per affrontare i massimi campionati, senza prestiti o businnes. Spero che sia un inizio continuo della crescita di giovani interessanti dai 19 - 22 anni che escluso Donnarumma e altri 25 enni non hai. Puntare alle competizioni con i giovani può essere rischioso ma a lungo termine porta i suoi frutti, piuttosto che giocare con calciatori di esperienza  ed età elevata che si possono portare vittorie, ma quando finiscono non si sa come e con chi sostituirli. sarebbe bello se il ct Roberto Mancini abbia almeno una scelta di 50 ragazzi fiovani, forti, scegliendo i 25 migliori piuttosto che scelte dettate da mancanza e necessità. E' un mio piccolo pensiero. Forza ITALIA

Simone Pietrogiacomi