LND: Cosimo Sibilia " Senza protocollo si vanificano gli sforzi "

29.07.2020 15:25 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Ufficio Stampa

Ripartire dopo il lockdown è l'obiettivo di tutti. Anche del calcio dilettante - spiega il presidente della LND Cosimo Sibilia. Ma ad oggi, nonostante il nostro impegno con contributi, agevolazioni, date e scadenze fissate, non vi è alcuna certezza sulla partenza delle attività. Ci sono 12 mila società e oltre 1 milione di calciatori e calciatrici che attendono con impazienza di sapere se alla fine dell'estate si riprenderà a giocare e in che modo".

E' questo l'interrogativo che pone Cosimo Sibilia facendosi portavoce della preoccupazione del gigantesco movimento della Lega Nazionale Dilettanti, di fatto la più grande comunità d' Italia e in Europa. 

" Noi siamo il calcio genuino - continua Sibilia . quello del campanile e delle imprese locali. Qui rischiamo di vanificare tutti gli sforzi compiuti per contenere l' emorragia di società e per mettere in sicurezza la stagione 2020 - 2021. Per cui assistiamo al paradosso che lo sport amatoriale è in ripresa con la responsabilità demandata alle regioni e il calcio dilettantistico non sa come e quando ripartire. Serve un protocollo sanitario adeguato e che si arrivi presto a una soluzione. Ripeto, proseguire con questa incertezza produrrà danni incalcolabili al nostro movimento che non merita di vedere mortificati i sacrifici fatti per assicurare la ripresa delle attività. Lo trovo profondamente ingiusto".