Tullio Fiaschetti " Bisogna ripartire il 30 gennaio, un nuovo rinvio sarebbe la fine della stagione".

12.01.2022 12:55 di Paolo Annunziata   vedi letture

Scende in campo il direttore sportivo della Virtus Faiti Tullio Fiaschetti e lo fa a titolo personale, sulla situazione attuale del movimento calcistico regionale e provinciale. 

" La Federazione - scrive Tullio Fiaschetti - ha deciso questo stop e ha fatto bene. Hanno fatto bene anche a provare ad andare avanti, ma francamente per quello che abbiamo visto il 6 e il 9 gennaio, non si poteva andare più avanti. Ora però si deve aggiornare il protocollo. si porti il limite minimo del contagiati per rinviare le gare da quattro e sette, oramai con questo virus ci dobbiamo convivere. Ora entrerà in gioco un aspetto importante e secondo me necessario, il settore giovanile. Se si vuole chiudere l' annata e ripartire il 30 gennaio servirà un pò a tutti di attingere alle Juniores. Penso che tutte le squadre avranno sempre almeno 4 assenze per covid, avere alle spalle un serbatoio di ragazzi sarà determinante. Sarà un problema di chi non avrà alle spalle una Juniores. Ripeto, sarà necessario ripartire il 30 gennaio, un ulteriore rinvio a quel punto dichiarerebbe la fine della stagione in corso, e a quel punto la morte definitiva del calcio dilettantistico. Basta con discorsi campati in aria sulla volontà delle società di voler tutelare la salute, a quella ci pensa lo Stato che sta dando la possibilità a tutti di vaccinarsi senza costi, le società dovranno controllare che tutti siano in regola con il Green Pass, e ripeto i campionati possono essere portati a termine regolarmente".