Latina Borghi Riuniti: Ivan Omizzolo" Sarà una grande emozione, affronterò la stagione con grande determinazione".

17.06.2020 18:23 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Un giovane vecchio. Da giocatore un curriculum che fa impressione. Giovanili a Sabaudia, poi il salto al Macir Cisterna dove trova subito un suo estimatore Bruno Federico che l'anno dopo lo mandò a Padova. Berretti a Sora, e subito l'avventura in prime squadre. Isola Liri serie D, due anni a Sora in serie C e poi sempre in C a Novara. Poi va ad Aprilia dove gioca tre anni in serie D, poi Montello e Pomezia in Eccellenza, due stagione con la Vis Sezze dove in Promozione vince il campionato e fa un altro anno in Eccellenza. Poi Terracina in Eccellenza, e poi ritrova Bruno Federico che lo porta ad indossare la maglia della Nuova Circe, dove fa due stagioni in Promozione e due in Eccellenza, alla corte del grande presidente Fabrizio Vittori. A Sabaudia è la sua ultima stagione. Da quel momento il suo futuro è già disegnato, Scuola calcio a Sabaudia, poi di nuovo sulla sua strada Bruno Federico, due campionati alla Sa.Ma.Gor. Giovanissimi e Allievi e poi due anni a Latina Scalo Sermoneta dove arriva all' Elite. Lo scorso anno con la Polisportiva Carso sempre Under 17 elite. Adesso è arrivata la prima volta con una prima squadra. Bruno Federico è il direttivo sportivo della Latina Borghi Riuniti, chi è l'allenatore? neanche a dirlo, è lui, è Ivan Omizzolo. ( Foto Del Gobbo )

" Sarà sicuramente un'avventura - dice Ivan Omizzolo - stimolante. E' stata bella e importante la chiamata di Bruno Federico. Ho cominciato con lui da giocatore delle giovanili, ho fatto tutte le trafile, adesso mi manca una prima squadra. L'approccio sarà determinante, sono due mondi diversi prima squadra e settore giovanile, , anche se oggi nelle rose in Eccellenza e Promozione più della metà sono giovani. L'esperienza di quest'anno in casa della Polisportiva Carso mi servirà tanto. L' approccio sarà determinante, metterò il massimo delle mie forze per ripagare la fiducia della società, il progetto è interessante, è la prima volta nella nostra provincia che si uniscono quattro società  sotto un' unica bandiera"

Se diciamo Bruno Federico? 

Bruno Federico per me è tutto. Mi ha cresciuto sia da giocatore che da allenatore, i suoi consigli sono stati una strumento di vita per il sottoscritto. Da allenatore mi portò lui alla Sa.Ma.Gor. E' una persona seria e competente, in zona non ci sono persone con il suo carisma e la competenza.E' uno che le cose rte le dice in faccia, non te lo manda a dire da nessuno"

Dopo Bilotta e Bindi non c'è due senza tre....

" Me lo auguro, due scommesse vinte da Bruno Federico tra lo scetticismo di tutta la piazza apriliana. Il io obiettivo è quello di fare bene e di crescere. Come sempre sarà il campo a dare il verdetto. Nel calcio i complimenti e le chiacchiere non ti portano lontano. Affronterò la stagione con grande determinazione ".