Parte la settimana che porta al titolo di campione d'inverno.

15.01.2020 08:32 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' iniziata la settimana, quella che in Prima Categoria porta al titolo di campione d'inverno. E' chiaro un titolo platonico, ma che fa sempre piacere centrarlo. A meno uno dal termine del girone di andata troviamo tre squadre nel giro di due punti. Hermada 33, Nuovo Latina 32 e Montenero 31. Dopo le nove vittorie consecutive dell'Hermada, in pochi si sarebbero aspettati un classifica del genere. Tanti addetti ai lavori dissero che oramai si sarebbe giocato solo per il secondo e terzo posto. Ancora una volta il calcio conferma di non essere una scienza esatta. Rispetto al recente passato dove di questi tempi per le prime posizioni i giochi erano fatti ( vedi Bainsizza e Cos Latina), quest'anno la situazione è completamente diversa. Tre squadre in corsa per il titolo d'inverno e altre due ( Montello e Atletico Pontinia) pronte ad inserirsi. Domenica il calendario vede l'Hermada ospitare il Sabotino, il Nuovo Latina riceve il Montello e il Montenero va a Priverno. Viene da se che la partita più tosta spetta al Nuovo Latina, per questo il tecnico Roberto Giovannelli ieri alla ripresa ha fatto il suo sermone ai ragazzi. Alzando ancora di più l'asticella della concentrazione. Non vuole sentire parlare di classifica, non vuole cadere in trabocchetti che dicono che il Nuovo Latina è una seria candidata alla vittoria finale. Buona la prima per il neo tecnico dell'Hermada Paolo Pelucchini. Si è subito calato nella categoria che non ha mai fatto. Dall'Eccellenza alla Prima categoria la differenza è enorme. Qui non serve il fioretto, ma la sciabola. E domenica a Montenero si è visto un Hermada che sa anche soffrire. Giorni delicati a Borgo Montenero. Nelle ultime due gare sono arrivate due sconfitte più per fattori esterni che per valori dell'avversario. La società non si sente protetta da chi di dovere. Potrebbero arrivare nell'immediato futuro decisioni veramente forti. Il presidente Stefano Zambellan è uno che vive nei valori e nel rispetto di tutti, ma non vuole essere preso in giro da nessuno.  Due grossolani errori arbitrali che sono costate due sconfitte, e questo non gli va giù. Per i suoi ragazzi c'è la trasferta di Priverno, un testa coda da prendere con le molle.  La volata per il titolo di regina d'inverno è partito, lo sapremo solo domenica alle 16.15.