Di Marco: " Complimenti al Bainsizza, ma il Cos ha giocato meglio di loro".

08.04.2019 12:37 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Nonostante l'amarezza per la sconfitta, il direttore sportivo del Cos Latina Filippo Di Marco si è presentato in diretta facebook con un tono da vero dirigente di calcio, questo tutti lo hanno apprezzato. " Complimenti al Bainsizza - queste le prime parole di Filippo Di Marco - perchè hanno vinto una partita importante. Come sempre hanno sfruttato le palle inattive, sui calci piazzati sono bravi. Quello che mi fa rabbia è che i ragazzi hanno fatto una bella partita, siamo stati più bravi di loro. Purtoppo l'arbitro e lo dico con serenità e rispetto per la classe arbitrale non è stato all'altezza, troppo giovane per una partita del genere. Qui ci voleva un arbitro di categorie superiori, e molto esperto. L'arbitro con le lacrime agli occhi ha detto che al 90' non se lì'è sentita di assegnare il calcio di rigore per un pallone calciato da Molinari e che ha preso la mano piena e poi il ginocchio. Il tiro del nostro portiere andava nello specchio della porta. Avevamo chiesto la terna perchè sapevamo visto il nostro gioco che due assistenti avrebbero fatto la differenza. C'è stato risposto che in Prima categoria non si possono mandare gli assistenti arbitrali, che avremmo chiaramente rimborsato con un bonifico alla Federazione. Devo dire che ho visto un grande giocatore tra i 22 in campo. Mirko Reccolani,il loro capitano, veramente implacabile. Ha fatto una marcatura preventiva su Stefano Cocuzzigrande organizzatore della difesa, in certi momenti si sono difesi con sei giocatori, ha comandato il reparto, a parti invertite la partita non avrebbe avuto storia. I due gol c'è lì siamo fatti da soli, il loro vantaggio è stato viziato su un netto fallo su Martellacci dove l'arbitro ha fatto proseguire ed è nato il calcio d'angolo, ci siamo fatti infilare su palle inattive, questo l'unico neo della gara. Sono stati una squadra organizzata, noi no. Una cosa è certa il campionato non è ancora finito. L'esperienza mi porta a dire che nel calcio non c'è nulla di scontato".