Hermada: Fabio Fanelli " Stiamo andando al di là delle previsioni, siamo una squadra nuova, non era facile".

21.01.2020 17:55 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' stato un'altro grande colpo di mercato da parte del Team manager dell'Hermada Daniele Sacchetti. Stiamo parlando dell'attaccante Fabio Fanelli, otto reti in questo girone di andata.  Classe 1985, un curriculum di grande caratura calcistica. Giovanili nel Catania, dove arriva a giocare la Coppa Italia con diverse panchine. Poi serie C1 con Foggia, Sorrento e Juve Stabia. C2 Celano, Avellino, Gavorrano e serie D con l' Anzio, Sulmona. Gaeta Eccellenza, Promozione lo scorso anno a Terracina. Un giocatore nonostante i suoi 36 anni ha sicuramente alzato il livello tecnico in Prima Categoria. " Non me lo sarei aspettato - dice Fabio Fanelli - un campionato così elevato. Tutte le squadre per quelle che sono le loro prospettive hanno tutte una buona organizzazione di gioco. Sono sceso di categoria perchè mi è stato prospettato un bel progetto. Siamo campioni d'inverno ma sappiamo bene che non abbiamo fatto nulla. Devo dire che siamo andati oltre le aspettative, perchè è doveroso ricordare che la squadra è stata totalmente rinnovata e non è mai semplice. Invece da subito è nato un gruppo forte e coeso. Arrivare davanti agli altri non è mai semplice, anche se siamo a metà campionato. Quelle nove vittorie di fila sono state una buona iniezione di fiducia, anche se poi è arrivato quel leggero calo che ci sta nel corso di una stagione. Il tecnico Pelucchini? Sicuramente ha dato qualcosa in più. Ha sempre fatto categorie superiori, ha dato professionalità e tanta intensità. E' stato bravo a non stravolgere nulla. C'è ancora tanto da lavorare e soffrire, forse per il primo posto sarà una lotta a tre, ma per le altre posizioni fino alla Coppa Lazio ci sono altre tre squadre". Quella che l'ha più impressionata in questo girone di andata? " Dico il Montello. L'abbiamo incontrati alla seconda giornata. E' stata la squadra che mi è piaciuta di più. Giocano un buon calcio, escono fuori sempre con ottime trame di gioco. Ci misero veramente in difficoltà" . Una sfida che si ripeterà tra due settimane.