Podgora: Il presidente Peppe Mancini " Si parte a luci spenti, poi a dicembre vedremo. Il girone romano è più difficile".

03.10.2019 11:35 di Paolo Annunziata   Vedi letture

In casa del Podgora Calcio il conto alla rovescia è partito. Tra sabato e domenica saranno pronte a scendere le due squadre della Juniores Regionale e la Prima Categoria. " Partiamo a luci - afferma il presidente Peppe Mancini - spente, poi vedremo strada facendo. A dicembre vedremo se sarà il caso di intervenire. Sono soddisfatto per il precampionato fatto dalla prima squadra, hanno lavorato tantissimo, adesso non ci tocca che aspettare. Una cosa è certa il girone romano e di grande caratura tecnica, ci sono società di grande blasone che hanno fatto l'Eccellenza. Mi dicono che ci sono almeno sei squadre attrezzate per la vittoria del campionato. Non possiamo competere con dei budget altissimi per la categoria. Siamo un piccolo borgo, ma ci faremo rispettare su tutti i campi. Dovranno faticare tanto per battere questo Podgora". Presidente, quanto le manca il girone pontino? " Il girone pontini era l'opportunità per rincontrare tanti amici. Lo scorso anno siamo ritornati in questa categoria dopo anni di assenza e aver rivisto amici che non vedevo da anni è stato bello. Quest' anno hanno deciso così e ci adeguiamo. Mi mancherà solo per questo". Con la Juniores Regionale? " Qui devo dire che questo gruppo ha fatto un bellissimo pre campionato.Ho voluto fortemente mister Furlan perchè lo reputo un giovane tecnico che sa lavorare bene con i giovani. Questa lo sapete è una categoria particolare, e devo dire che fino a questo momento sto vedendo un gruppo di ragazzi fantastici. Ringrazio i ragazzi che sono rimasti e quelli che vengono anche da Latina. Stanno facendo grossi sacrifi, di questo non posso che essere contento.La nostra priorità è quella di vedere i nostri ragazzi andare in prima squadra. I tecnici Galassi e Furlan stanno lavorando bene". In chiusura. " permettetemi di ringraziare tutti i collaboratori tecnici e dirigenziali. Stanno lavorando veramente bene, tutti insieme per un Podgora sempre più forte". Parola di Giuseppe Mancini.