Emanuele Della Fornace " Mi manca il calcio, mi manca tutta la famiglia dell'Hermada".

16.05.2020 18:28 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' ritornato a fine gennaio, dopo che due anni fa aveva vinto la classifica dei marcatori. Era pronto per la volata finale, ma non è potuto essere uno dei protagonisti del fine stagione con la maglia dell' Hermada. Lui è Emanuele Della Fornace. 

Peccato, ero pronto per provare a dare il mio contributo con questa splendida maglia. Quella di Borgo Hermada è una vera famiglia, una vera isola felice, e non è una frase di circostanza. Qui due stagioni fa ho vinto la classifica marcatori, fu una bellissima esperienza. Senza calcio si sta male, mi manca tanto. Per noi dilettanti prevedo una ripresa lunga, speriamo per la fine di autunno, per la fine di ottobre metterei subito la firma. Mi manca tanto l'ambiente Hermada, il gruppo, lo spogliatoio, il contatto con i compagni di squadra. Stare su un campo di calcio per noi è la passione primaria. Sono ritornato a Borgo Hermada dopo un infortunio che mi ha tenuto fuori dai campi di calcio per diversi mesi. Qui mi trovo veramente bene, è stato facile trovare da subito l'accordo economico. Rimborsi spesa? Non è un problema, perchè c'è una società serie, il presidente Pierpaolo Marcuzzi è una persona seria. Quello che pattuiamo è garantito fino alla fine, a Borgo Hermada nessuno ha mai fatto problemi di rimborsi spesa. Non esistono rimborsi alti, ma sono sicuri fino alla fine. Peccato sarebbe stato un bel finale di campionato in virtù dello scontro diretto che dovevamo giocare in casa con il Montenero alla penultima giornata di campionato. Adesso dobbiamo sperare che il tutto si risolva al più presto. Il calcio mi maca, così come la famiglia dell' Hermada".