Filippo Di Marco " L'invidia e la cattiveria non fanno parte del Cori e del Montenero".

29.11.2020 13:10 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Ci crede tanto il direttore sportivo a questa forma di collaborazione il direttore sportivo Filippo Di Marco ( Foto Francesco Mennella) , tra il Cori e il Montenero FC: 

" L'unione e la collaborazione tra Montenero FC e Pro Cori Calcio - dice Filippo Di Marco è la dimostrazione che nel calcio l'invidia e la cattiveria non fanno parte di queste due società. Già da ieri sera sono al lavoro per cercare di portare sul tavolo dei due direttori sportivi, Santarpia e Negri tutti quei profili di calciatori , dove già sono tutti bravi ,altri giocatori che possano dare una svolta a questa splendida società. Si vuole fare una netta inversione di marcia sotto ogni punto di vista. Continuare sul solco lasciato dal presidente Stefano Zambellan, che in tre anni ha dato una dimostrazione a tutti per come si fa calcio. Ieri a pranzo c'è venuto a salutare  pure Zambellan, che ha lasciato il timone a Felice Aquino, altro personaggio che ha il Montenero nel sangue.L'ho conosciuto ieri Zambellan e confermo che i risultati ottenuti non sono stati un frutto del caso. Così come i due direttori Santarpia e Negri. In tanti anni di calcio non ho mai conosciuto delle persone così belle sotto tutti i punti di vista. daremo anima e corpo noi come società Pro Cori Calcio ed io coattaccato alla sua squadra di calciome direttore sportivo per portare dei vantaggi importanti per questo progetto. Come dicevo sono già al lavoro per aiutare a portare il Montenero FC il più alto possibile. Non la giudico come una matricola, alla ripresa ci sarà anche il Montenero per le posizioni che contano. Io ce la metterò tutta per provare a fare grandi cose per regalare più soddisfazioni a un borgo molto