Spadafora " Ripresa? Saranno importanti i primi dati di gennaio".

29.12.2020 15:18 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Si avvicina gennaio e le linee guida adottate da tutti i Comitati regionali, sono in calo.. La scesa in campo prevista per il 14 gennaio, non è più sicura al 100%. Lo ha annunciato il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora, intervenuto alla trasmissione Agora condotta da Luisella Costamagna. Questi i punti principali.

Vaccino: " Mi vaccinerò e spero che gli sportivi possano essere importanti testimonial per la campagna. Sono convinto che sarà rispettata la campagna per il vaccino. Ormai abbiamo le conoscenze e l'esperienza per fronteggiare al meglio le problematiche che si presentano periodicamente". 

Stadi: "Escludo la possibilità di riapertura degli stadi. Bisogna rispettare una scala di priorità, è difficile abilitare l'accesso negli impianti sportivi, anche in misura ridotta. Significherebbe mobilitare numerose forze che in questo momento servono ad affrontare altre situazioni delicate".

Sport dilettantistico e Palestre

" Noi non stiamo abbandonando nessuno, la verità è che ancora non siamo usciti dall'emergenza. Con il vaccino speriamo che le cose migliorino, ciò significherebbe riprendere al più presto le attività. Stiamo lavorando con il Cts per la ripartenza di sport dilettantistico e palestre, i dati dei primi giorni di gennaio, saranno molti importanti, se tutto andrà bene la ripresa è possibile".

Quindi bisognerà aspettare il prossimo DPCM per sapere se si ritornerà in campo, per iniziare la stagione.