La Scuola Calcio di Marco Ghirotto e Luca Zavatti sta abbattendo tutte le barriere

08.12.2021 09:35 di Paolo Annunziata   vedi letture

STORIA DI UN BAMBINO SIRIANO

Il suo nome è DIA - scrive Luca Zavattti - 16 anni la sua è una storia di coraggio e speranza. All' età di 7 anni mentre giocava al calcio in una piccola cittadina siriana con altri bambini è esplosa una bomba che gli ha portato via per sempre la gamba. Un bambino non dovrebbe mai vivere tutto questo, non è giusto. Ma Dia non si è piegato lui è un sognatore, riesce con i genitori attraverso un corridoio umanitario ad arrivare in Italia. Adesso vive a Pomezia  studia e ha un sogno, quello di giocare al calcio con nuovi compagni, poter tornare a segnare quel gol che ogni notte sogna. Attraverso i social viene a sapere che la nostra SCUOLA CALCIO, ci fa contattare dal suo professore di Scienze motorie, ci contatta e organizziamo tutto per un giorno memorabile . Lo vado a prendere alle autolinee , ha gli occhi lucidi pieni di gioia, io come lui. Ci abbracciamo senza dirci niente, e così adesso frequenta il Centro Sportivo Helsinky.