Aprilia, il presidente Antonio Pezone" Quando finirà? Appena terminerà il business dei vaccini".

04.11.2020 16:27 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Dopo un periodo di religioso silenzio, scende il campo il vulcanico presidente dell' Aprilia Calcio, Antonio Pezone, e come sempre lo fa a modo suo, senza peli sulla lingua. Un presidente verace che non le manda a dire da altri. 

" Ormai ha poco senso - dice Antonio Pezone - parlare. O denunciare pubblicamente certi episodi. Alcune cose nel mondo del calcio non cambieranno mai. Il calcio dilettantistico rischia di uscire parecchio ridimensionato dalla pandemia per una politica che non sta aiutando l'intero settore sportivo. Il virus c'è ma a volte s, è una guerra che una volta terminata ci sarà il risorgimento economico.  Sembra studiato a tavolino. Quando finirà? Credo a fine gennaio, appena terminerà il business dei vaccini. Detto con grande franchezza credo poco a questo virus. A volte sembra quasi un espediente per colpire il ceto medio. Non reputo il Covid 19 nocivo e mortale come ci vogliono far credere. Ci dobbiamo convivere, ho avuto persone vicine a me risultate positive, completamente asintomatiche. Tredici anni fa la Sars era molto più letale di questo virus e non ricordo francamente lockdown o chiusure di altro tipo. Questa estate avevo già previsto questa situazione che stiamo vivendo. Io sono schietto e netto, per me è tutto studiato a tavolino. Noi fortunatamente andiamo avanti, ma posso dire che tanti amici imprenditori hanno dovuto rinunciare a investimenti importanti per le proprie aziende. Avremo delle perdite importanti che non recupereremo mai più, certamente non con le 600 euro che ti mandano. L' Aprilia calcio continuerà ad esserci sempre , abbiamo la forza di andare avanti, questa è una guerra e sono certo che una volta terminataci sarà il periodo di risorgimento per tutti. E' la storia che lo insegna. Chi lavorerà bene ora avrà il suo ritorno in termini finanziari e di successo tra qualche anno".