Filippo Di Marco " Il Latina si sta dimostrando una società super organizzata"

03.03.2021 07:23 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Il conto alla rovescia è partito. Venerdì 5 marzo sapremo dell'immediato futuro del calcio dilettantistico. In primis il campionato di Eccellenza. Con il direttore sportivo Filippo Di Marco ( Foto Francesco Mennella)  l' analisi è a lungo raggio. . 

Innanzi tutto - afferma Filippo Di Marco - consentitemi di fare i complimenti al Latina Calcio. Si sta confermando una società super organizzata, questo è il frutto del lavoro seminato dal presidente Antonio Terracciano, sta raccogliendo i tanti sacrifici fatti. Complimenti al tecnico Raffaele Scudieri e al direttore sportivo Marcello Di Giuseppe. Vi posso assicurare che giocare tre partite a settimane non è semplice neanche in serie A. Stanno facendo un grande lavoro, nonostante i problemi dovuti al Covid e tenendo bene le pressioni della piazza. Il settore giovanile? Con due grandi persone come Giancarlo Sibilia e Vincezo di Palma, i risultati non possono che essere questi. Squadre competitive e se pensiamo che tre anni fa non c'era nulla, meritano un grande applauso. Per quanto concerne i dilettanti, non capisco perchè ancora non si esprimano. Io lo dico perchè è la verità, fino a fine gennaio ci credevo pienamente a una ripresa. Poi con il passare delle settimane e dei mesi, ho cominciato a pensare che sia giusto fermare la stagione. Non ci sono più i presupposti per partire, la maggior parte della società hanno smantellato i loro organici , perchè giustamente tutte le prime scelte hanno chiesto di andare a giocare in serie D, per loro è un lavoro. Le tempistiche per ritornare in campo non ci sono più. Non c'è più neanche la voglia di ripartire dalla maggioranza di addetti ai lavori. Bisogna fare quadrato e cominciare a pensare già alla prossima stagione. I tempi ci sono tutti per cominciare a pianificare, con i soldi che le società hanno risparmiato, sono sicuro che il prossimo anno i campionati saranno ancora più competitivi. Tutte le società faranno un mercato al di sopra le righe. E' meglio pensare già alla prossima stagione. Adesso non ci resta che aspettare venerdì".