L' allarme di un Direttore sportivo: Sempre più di moda il ruolo dei " procuratori" tra i dilettanti.

23.06.2022 13:59 di Paolo Annunziata   vedi letture

Fonte tuttocampo

Con il termine dei campionati riparte come ogni estate il calciomercato anche per i dilettanti, ma a differenza del passato le dinamiche sembrano essere diverse. Questo lo sfogo di un direttore sportivo che parla come stia cambiando il calciomercato nei campionati dilettantistiche giovanili, e di come anche l' approccio dei giocatori è diverso rispetto al passato.

" Prende sempre più piede o va sempre più di moda il ruolo dei " procuratori" tra i giocatori dilettanti e come tra i professionisti sono considerati uno dei mali più grandi del calcio, così sta diventando anche tra i dilettanti. Ragazzini di 18 anni con zero presenze in prima squadra che escono da una Juniores  elitè alla loro prima telefonata ricevuta da un diesse rispondono " devi parlare con il mio procuratore"  Ragazzi di 25 anni che cambiano otto squadre in quattro anni perchè ad ogni difficoltà anzichè chiarire con il mister o lottare per un posto da titolare chiamano il procuratore e gli chiedono una nuova sistemazione. Colloqui durante i quali i ragazzi senza personalità e senza voce fanno parlare solo il procuratore che ne descrive qualità tecniche ed umane. Chiaramente gli stessi ragazzi che sul loro ingaggio devono dare una parte al procuratore. Ragazzini che vengono educati a dire e non dire certe cose. Guai a parlare di  rimborsi perchè ci pensano i procuratori. Poi qualcuno si stupisce e si chiede come mai questi ragazzi smettono per primi e mollano alle loro prime difficoltà.

Ricordate: Il procuratore assiste solo calciatori professionisti. Non esiste la " procura " tra i dilettanti.