Mauro Ciccarelli " Rimborsi spesa? Non vorrei che adesso si scaricasse il tutto sui giocatori"

10.05.2020 17:54 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' sempre uno dei bomber più richiesti in ogni mercato estivo. Uno che va sempre in doppia cifra, segnando gol pesanti da tre punti. Un bomber che non ha bisogno di presentazioni, Mauro Ciccarelli. 

" Per noi che abbiamo fatto calcio per lavoro e per passione, stare fermi fa veramente male. A questo punto credo che la stagione è terminata, manca solo l'ufficialità. Ancora non dicono nulla, perchè non sanno come ripartire, soprattutto se questa riforma che vede un campionato in più ( serie D regionale) verrà approvata. E' un momento di grande confusione, credo cha adesso è importante soprattutto per le società come ripartire. Questa stagione oramai è andata, la federazione deve annunciare al più presto cosa si dovrà fare la prossima stagione".

Argomento rimborsi spesa. 

" Innanzi tutto non vorrei che adesso il problema della crisi venga scaricato solo su di noi giocatori. Diciamo che le società quest'anno hanno risparmiato bei soldi, visto che il tutto è terminato a febbraio, quindi in cassa hanno dei soldi che hanno percepito dagli sponsor. E' ovvio che ci sarà una crisi profonda. Se si vorrà creare il problema rimborsi spesa, non credo che sia giusto. E' chiaro e sono sicuro che le parti troveranno un accordo. Abbassare i rimborsi vorrà dire abbassare gli allenamenti settimanali, la passione è tanta si troverà l'accordo. Tutti siamo innamorati del pallone. Il calcio non tornerà più come prima, il livello era già basso, non so con che tecnica si ripartirà. Leggo che ogni paese o borgo si farà la sua squadra di calcio, io penso che le squadre per puntare a vincere il campionato ci saranno sempre. E' una fase delicata, per questo le società devono avere i tempi giusti per iniziare la loro programmazione".

Come stai senza calcio?

" Malissimo. Mi manca il campo, l'allenamento, il gruppo e soprattutto la partita. Noi viviamo la settimana proprio in funzione della prossima partita. Le società e gli allenatori pretendono sempre il massimo, quindi sto sentendo di questo classico rimborso buono benzina, credo che deve essere così. Senz acalcio stiamo tutti male, penso che anche ai presidente la partita manchi tanto. C'è un vuoto veramente enorme. Speriamo di ripartire al più presto".