Che brutta la domenica senza calcio

02.11.2020 11:46 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Questa prima domenica senza calcio è stata veramente brutta. Tutti i campionati anche quelli provinciali sono stati messi in cassaforte. Campionati provinciali che ancora dovevano iniziare. Con tutte le società che avevano già perfezionato le iscrizioni ( chi anche in modo dilazionato) e alla fine non parliamo di poche centinaia di euro. Quando si partirà? Domanda da un milione di dollari. Una prima domenica che ha lasciato tanti addetti ai lavori al palo. E' doveroso ricordare che anche nei campionati dilettanti c'è chi lo fa per lavoro, molti ci campano. A cominciare da chi sta scrivendo che da trent'anni fa questo lavoro. In attesa di quello che potrà accadere in serata con il nuovo dpcm, i presidenti Gravina e Sibilia, hanno scritto una lettera al presidente Conte, ai ministri Speranza e Spadafora. Dicendo tutte le loro ragioni di non fermare il calcio. Un calcio che non vive di parole e lettere scritte.Tutte le società pontine non fanno piagnistei, ma vogliono risposte certe e in breve tempo. Non si possono fare dei tamponi rapidi? Chiaramente a spese delle Federcalcio, questo darebbe maggior sicurezza a tutti, ma sappiamo bene che le cose semplici sono sempre le più difficili. Le decisioni devono essere sempre prese senza rimandarle, sia nel bene che nel male.