Il campionato di Promozione visto dal presidente dell' Associazione Allenatori di Latina Gennaro Ciaramella

06.10.2022 16:18 di Paolo Annunziata   vedi letture

Ci siamo.Mancano tre giorni all' inizio del campionato di Promozione. Il vecchio saggio e presidente dell' Assoallenatori di Latina Gennaro Ciaramella lì vede così. 

" Con il ritorno all' Eccellenza - dichiara il presidente dell' Assoallenatori di Latina Ciaramella - al classico format da due gironi da 18 squadre, il livello tecnico della Promozione si alza tantissimo. Il Girone E è veramente bello e molto complicato. con cinque squadre super favorite per spessore tecnico, societario e organizzativo. Sono Atletico Pontinia, Ceccano, Roccasecca, Arce e Monte san Giovanni Campano. Subito poco ci sono tre mine vaganti come Cassino, Tecchiena e Montenero. Il sodalizio del presidente Zambellan ha fatto un buon mercato. Poi in terza fila sarà una bella lotta con squadre come Morolo, Cos Latina, Anitrella, San Giovanni Incarico, Torrice, Lenola, Sterparp e Guarcino. Sarà una lotta fino all' ultimo respiro per evitare la retrocessione tra questa squadre. Nel girone D troviamo la Pro Cori Calcio, unica pontina che ci rappresenta. Sono sicuro che raggiungeranno il loro obiettivo che è la salvezza senza soffrire più di tanto. Nel Girone C Faccio i miei migliori auguri al Pontinia Calcio e la Latina Borghi Riuniti. Le nostre due rappresentati in questo raggruppamento. Vedo la squadra di mister Omizzolo con una rosa più completa per fare un campionato importante. Mentre la rosa del Pontinia è più corta. Nell' undici di base la squadra è competitiva, ma la stagione è lunga e irta di difficoltà, vedi gli infortuni e le squalifiche. Comunque tutte e due faranno un bel campionato. In un girone non semplice. Peccato che le sette pontine sono state incastrare in tre gironi diversi con tanti complimenti per chi ha avallato questa scelta che a dire strana è un complimento. Per concludere un forte in bocca al lupo agli arbitri, componente importante per i nostri campionati, dirigenti federali, società, giocatori, allenatori, staff, tifosi e alle forze dell' ordine sempre presenti. Non facciamo mai mancare il nostro sorriso e soprattutto il terzo tempo, pieno di birra e patatine. In bocca al lupo a tuttocalciopontino, che ci da una grande visibilità, che ci fa sentire importanti".