Mi ritorni in mente: FALANGE Nerazzurra

05.02.2020 19:35 di Paolo Annunziata   Vedi letture

di Marco Nicoletti

In Italia imperversavano gli anni di piombo. Sandro Pertini veniva eletto Presidente della Repubblica e i Matia Bazar trionfavano a Sanremo. In America Dee D. Jackson ci deliziava con la magnifica Meteor Man e il giornalista Clark Kent vestiva i panni di superman anche al cinema. Siamo nel 1978 a Latina nasce la FALANGE. A distanza di 42 anni abbiamo avuto il piacere e l'onore di poterli incontrare e farci raccontare quello che è stato. L'indimenticabile striscione del gruppo ultra FALANGE ha campeggiato dapprima in gradinata per poi trasferirsi in Curva Nord, storico feudo nerazzurro. Da sempre molto attivi sia nelle partite casalinghe e sia nelle insidiose trasferte che il girone meridionale della C2 proponeva all'epoca, non facendo mai venir meno il loro supporto, anzi, travalicando a volte quelli che erano i limiti della rivalità sportiva. Un gruppo che negli anno '80 ha potuto contare su oltre 500 iscritti. Un gruppo dentro e fuori dallo stadio Comunale era l'alimentari Fior Fiore su Corso della Repubblica da fungere da abituale ritrovo extracalcistico degli appartenenti alla FALANGE. Di dominio pubblico anche le loro ideologie politiche , all'epoca si parlava di destra estrema, tanto palesi quanto mai vincolante. Se da una parte potevano esserci idee contrastanti dall'altra l'obiettivo comune era sostenere a squarciagola i calciatori nerazzurri. Una favola meravigliosa che si è interrotta a partire dalla stagione 1991 - 1992. Da quel momento lo striscione FALANGE non comparirà più. Vogliamo immaginarlo riposto chissà dove, custode e testimone delle gesta di quei ragazzi. A tal proposito il pensiero non può non andare a Cispo , all' anagrafe Salvatore Gabriele e a Renzo Marini , membri rappresentanti e volti storici del gruppo. Grazie FALANGE avrai sempre uno spazio nel cuore di tutti gli sportivi pontini.