Mister Palmieri" Ho dato le dimissioni, da oggi non sono più il tecnico dell'Atletico Pontinia. Ha vinto l'arroganza di certe persone"

17.09.2019 14:49 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Arriva un fulmine a ciel sereno in casa dell'Atletico Pontinia. Sono arrivate le dimissioni da parte del tecnico Clemente Palmieri. " Confermo - dice Clemente Palmieri - questa notizia. Credo che non ci sia più nulla da fare. Vogliono far morire questa società Il sindaco Carlo Medici mi ha detto che mi devo mettere d'accordo con il tecnico del Pontinia. Il delegato allo sport Franco Pedretti dice cha a Pontinia esiste una sola squadra, Ma di cosa stiamo parlando: Venerdi sera all'incontro al Comune ci hanno solo offeso, dopo cinque minuti siamo andati via da persone civili. A questo punto do le dimissioni, anche noi stiamo facendo un campionato importante e ci stiamo allenando su un campo da calciotto. I ragazzi non lì posso vedere tutti insieme all'interno dello spogliatoio, e sapete quanto sia importante stare tutti insieme dentro le quattro mura. Non me la sento di andare avanti così, domenica abbiamo la prima partita ufficiale della stagione con la Coppa Lazio. Se arrivano le sconfitte la colpa poi è solo dell'allenatore. Non ci st. Non ci sono più le basi per andare avanti. Il sottoscritto la mattina quando si alza si guarda sempre allo specchio. Voglio vedere quando andrò in piazza quante persone abbasseranno la testa per la vergogna. E' impossibile lavorare su un campo di dimensioni ridotte. Vogliono far morire l'Atletico Pontinia, ci stanno riuscendo". Uno sfogo dove alla fine il tecnico Clemente Palmieri  ha pianto. Anche per lui l'Atletico Pontinia è una sua creatura, chissà come avrà sofferto quando ha maturato questa decisione. Ha vinto l'arroganza, la politica, non il calcio. 

La foto è di Francesco Mennella