Vodice Sabaudia, c'è l'Hermada. Il tecnico Ramazzotto si presenta nel suo borgo da avversario.

05.12.2019 17:57 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Lui è uno che ha nel sangue i colori dell'Hermada. Tra giovanili e prima squadra ha indossato la questa maglia per quindici anni. Da allenatore ha guidato il suo Hermada per sei anni, vincendo un campionato. Lui è il tecnico del Vodice Sadaudia, lui è Fernando Ramazzotto. " E' chiaro che sarà - dice Fernando Ramazzotto - una partita diverse dalle altre. Borgo Hermada è la mia terra. Sono nato e vivo a Borgo Hermada. Qui c'è il mio cuore calcisticamente parlando. E' la mia comunità, domenica ci sarà sicuramente una forte emozione. Ritrovo tantissimi amici, che vedo puntualmente al bar, con tutti c'è un grande affetto. Ma alla 14.30 il mio pensiero è tutto per il Vodice Sabaudia. Non posso che fare i complimenti a questo Hermada, fare nove vittorie su nove partite gli devi solo che dire bravi. Hanno costruito una grande squadra, con giocatori che si sono subito adattati alla categoria, questo non è affatto semplice. Registriamo delle assenze, ma non per questo ci fasceremo la testa, anche perchè chi sta giocando non sta facendo rimpiangere nessuno. Bisognerà ripetere la partita di Pontinia, dove facemmo una grande partita, tutti ci avevano dati per spacciati, e alla fine il pareggio ci andò stretto. L'importante sarà uscire a testa alta, come ho detto in precedenza stiamo facendo un campionato impensabile alla vigilia. Questi 14 punti sono tanta roba, come si dice in gergo.Questa è una partita che si prepara da sola, le motivazioni i ragazzi le trovano senza mettere pressioni. Devono stare sereni e dare in campo il 100%. Non partiamo assolutamente battuti, ci proveremo a dare il primo dispiacere all'Hermada. Poi dalla prossima domenica ritorneranno a vincere".