Un ricordo di Vincenzo Rubba, un grande dirigente, un grande segretario.

21.01.2021 16:44 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Nel ventennale della sua scomparsa vogliamo ricordare una grande dirigente, un grande segretario. Il calcio era la sua passione, parliamo di Vincenzo Rubba. Un uomo da valori veri e sani, che oggi difficilmente si trovano. E' stato un tesserato del Latina Calcio, in serie C, con l'allora presidente Egidio Gino Palumbo. Una segreteria divisa insieme a un altro grande, Enzo D' Aprano. Gli anni sicuramente più belli per Vincenzo Rubba sono stati quelli degli anni '80 in casa del Macir Cisterna, con i presidenti Salvatore Caiazza e Gianni Giarola, per poi chiudere in casa del Centro Sportivo Primavera Aprilia. Nel 1998 ha superato con esito positivo il corso per Direttori Sportivi Professionisti a Coverciano. Grande conoscitore delle Carte Federali. Difficilmente sbagliava un reclamo. Una persona squisita che difficilmente si trova nelle nuove generazioni. Sono stati diversi i pomeriggi che ho passato con Vincenzo Rubba nella segreteria del Macir Cisterna.Un uomo socievole, dove non gli mancava mai la battuta, ripeto la sua specialità erano i reclami, in tanti lo chiamavano per preparargli un reclamo, e lui è sempre stato disponibile con tutti. Ha dato tanto al calcio pontino. Oggi segue le sue orme il figlio Mauro, che segue i suoi insegnamenti, trasmettendoli ai giovani di oggi. In un calcio che deve essere un modello di serietà e rispetto. Come tutte le persone che hanno lasciato una traccia concreta, anche Vincenzo Rubba è stato dimenticato presto da questa città- Ciao grande Vincenzo.