Scauri Marina, il portiere Giuseppe Di Maio, alla Provedel fa gol di testa al 95' ed è 1 - 1 " Un gol che dedico alla mai ragazza e a mio padre scomparso l' 11 settembre"

27.11.2023 09:09 di Paolo Annunziata   vedi letture

Non potevamo iniziare questa settimana con una bella notizia che è arrivata dal campionato di Prima Categoria girone H. La partita è Scauri Marina - Morolo. Con i ciociari in vantaggio per uno a zero. Al 95' c'è un calcio di punizione per lo Scauri Marina, è l' ultimo tentativo per arrivare al gol del pareggio. Il portiere Giuseppe Di Maio, fa la cosa che pensa ogni portiere, si porta in area di rigore. Il pallone arriva dalle sue parti, e con un imperioso colpo di testa mette il pallone in rete. Un gol simile a quello realizzato dal portiere della Lazio, Provedel, in Coppa contro l' Atletico Madrid. Un gol accompagnato dal boato dei tifosi dello Scauri Marina, la gioia di Di Maio è incontenibile, fa più di cento metri di corsa per prendere l' applauso di tutti, in modo particolare della sua ragazza. 

" Ovviamente per un portiere - afferma Giuseppe Di Maio - fare gol è un pò come un sogno che si realizza. Ogni portiere già da piccolo ha sempre desiderato un momento del genere, facendo uno stacco di testa degno dei migliori Trezeguet, Bhieroff e Luca Toni. In quel momento ho pensato di spingermi in area di rigore, è andata bene. Sono contento, perchè stiamo passando un momento di crisi, abbiamo avuto il cambio di allenatore, era fondamentale non perdere questo scontro diretto con il Morolo. Sarebbe stata una mazzata non indifferente per il morale. I problemi lì abbiamo, soprattutto come profondità di rosa. Eravamo partiti benissimo, con sette punti nelle prime cinque gare, ma da un mese a questa parte si è inceppato qualcosa. Troppi infortuni in primis quello del nostro Gennaro Vitale, che non ha bisogno di presentazioni, ha giocato solo le prime due gare. Speriamo che questa cosa bellissima che mi è capitata serva da sprono a tutti noi e che a dicembre arrivi un sostanzioso aiuto da parte della società per puntare a mantenere la categoria. La dedica ? E' abbastanza facile perchè dopo il gol ho fatto cento metri di corsa al contrario per andare dalla mia ragazza che era venuta a vedermi. E un pensiero va lassù, a mio padre scomparso l' 11 settembre".   


Altre notizie - Prima Categoria
Altre notizie