Filippo Di Marco " Fino a quando non ci sarà uno stop ufficiale, a una ripresa del campionato io ci credo".

17.01.2021 08:22 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Non molla l'operatore di mercato e direttore della Pro Cori Calcio, Filippo Di Marco. Lui è sempre sul pezzo, la tre giorni in Calabria ha portato ad agganci importanti.

" Insieme a Robson Toledo - dice Filippo Di Marco - è il nostro lavoro. Il calcio ripartirà e noi dobbiamo stare sempre sul pezzo. Abbiamo incontrato persone importanti, stiamo seminando bene, e sono convinto che andremo a raccogliere i sacrifici che stiamo facendo. Noi ci crediamo tanto. Ritornando all'attualità del momento sono del parere che le annate devono essere scavallate. Il 2000 purtroppo deve uscire fuori dal discorso Under. Mi dispiace perchè il ragazzo perde un anno della sua vita calcistica da giovane di Lega. Le annate devono andare avanti, in questa circostanza se il 2000 è bravo rimane nelle categorie importanti. I tecnici dicono sempre che i giovani bravi lì fanno giocare sempre, quindi non vedo il problema. Da quando ho iniziato a fare il direttore ho sempre portato in rosa tanti Under, quest'anno a Cori ho diversi 2001, 2002 e 2003. Quindi lavoro già in prospettiva. La Prima Categoria fa crescere i ragazzi a livello caratteriale, questo è importante. Sul vincolo sportivo bisogna lavorare con criterio. Se il ragazzo va in club professionistico è giusto riconoscere un premio preparazione, se il ragazzo rimane nelle stesse categorie non ha senso chiedere i soldi alle società". In conclusione. " Sto lavorando da agosto e ho sempre parlato di una ripartenza. Io fino a metà marzo ci credo e non mollo nella mia convinzioni. I vertici del calcio stanno facendo il massimo per una ripartenza sempre nel massimo rispetto del protocollo sanitario. Leggo che tanti addetti ai lavori chiedono lo stop dei campionati, io sto dalla parte dei tecnici e giocatori".