Pro Cisterna: Marco Ghirotto " Quanto si ripartirà vuol dire che il peggio è passato".

22.11.2020 08:24 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Parlare con Marco Ghirotto è sempre un piacere. La sua dialettica è da professionista e di una chiarezza immane. E' stato uno dei primi ad aver accettato lo stop dei campionati, senza alimentare nessuna polemica. Non ha mai sottovalutato l'emergenza del problema, sin dal primo giorno e lo ribadisce anche questa volta.

" Lo stop sportivo - inizia Marco Ghirotto - è una logica conseguenza di quello che stiamo vivendo in termini sanitari. Ripartire sarebbe semplicemente un messaggio di speranza. Significherebbe che dal punto di vista pandemico, il peggio è passato. E' chiaro che a tutti manca il campo, respirare l'adrenalina pre partita e vivere la solita condivisione di energie. Manca la domenica, la preparazione alla gara e tutte le belle sensazioni che speriamo di rivivere presto. Ringrazio tutti i social perchè ci permettete di stare sempre sul pezzo, parlare al telefono con voi è un segnale importante, il calcio dilettantistico non può morire. Se dovessimo ricominciare, la data di inizio sarà la conseguenza del nostro affrontare la stagione, come ho detto prima vorrà dire che il peggio è passato. La squadra? Stiamo rispettando tutti i protocolli, E' chiaro che le difficoltà esistono, visto che non ci possiamo allenare in gruppo, lo spirito è alto. Ho dei giocatori che sono dei veri professionisti. Stanno dimostrando di seguire con attenzione tutti i consigli che gli diamo per rispettare i protocolli ed allenarsi in sicurezza".