Andrea Bellamio" E' giusto premiare le prime due classificate dell'ultima giornata giocata. Senza calcio stiamo male".

11.05.2020 18:58 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Per il tecnico del Cos Latina Andrea Bellamio, è arrivato il momento di sapere quale sarà il futuro del calcio dilettantistico per la prossima stagione. 

" Penso proprio di si. Ormai per quanto concerne questo finale di stagione, tutti abbiamo mollato. Non ci sono i presupposti e soprattutto i tempi per portare al termine questo campionato. Non riesco a capire il perchè di questo silenzio. Tra le due opzioni di classifica credo che sia giusto premiare le prime due classificate di ogni categoria e di ogni girone. In quel momento si erano giocati due terzi di campionato, mi pare la soluzione più logica. Qualunque sarà la decisione finale gli scontenti ci saranno sempre. Adesso la cosa più importante è quella di sapere come riprenderà la nuova stagione, sono curioso per vedere se ci sarà questa nuova riforma. Credo che alla fine nonostante la crisi i campionato saranno sempre gli stessi, con squadre organizzate e combattuti fin o alla fine. Bisogna capire come ripartirà l'economia, e di conseguenza il nostro calcio. 

Capitolo rimborso spesa?

" Ci adegueremo. Ogni territorio ha una bella fetta di giocatori a disposizione, noi che operiamo a Latina non dovremmo avere difficoltà, è chiaro che se poi vai su un giocatore di Gaeta per fare un esempio è chiaro che il rimborso è differente. Sarà un mercato basato su giocatori che non devono fare tantissimi chilometri per venire al campo, usciranno comunque squadre molto attrezzate.

Bellamio - Cos Latina anche per la prossima stagione?

 " Vedremo, dipende molto dalla società. Al Cos Latina sto benissimo, società sana, seria e persone vere. Mi hanno messo nelle condizioni di lavorare senza pressioni, non mi sono mai sentito in discussione, soprattutto nel momento delicato della stagione. Questo nel calcio non succede spesso. Tutti ad agosto avevano dato il Cos Latina come sicura squadra retrocessa, credo che il campo ha dato un verdetto completamente diverso. Nè approfitto per salutare i ragazzi che non vedo da più di due mesi, per quello che è stato fatto il merito è tutto loro. Senz acalcio stiamo tutti male, noi ci riprendiamo tutte le partite per poi parlarne alla ripresa degli allenamenti, bene dall'inizio della quarantena lè ho viste tutte per tre volte".