Giovani di Lega: Confermati tre in Eccellenza, scendono a due in Promozione. Bruno Federico " Una scelta che condivido".

01.06.2021 18:34 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Il presidente del Comitato Regionale Lazio, Melchiorre Zarelli dopo tanti anni si è adeguato a quelle che sono state le scelte da parte del Consiglio Nazionale. La regione Lazio giocherà in Eccellenza con tre giovani di Lega, 2001, 2002 e 2003, è andato fuori il 2000. In promozione da tre giovani di Lega si scende a due così come aveva diramato il Nazionale un 2001 e un 2002. Abbiamo sentito il talent scout Bruno Federico. ( Foto Francesco Mennella) 

" Dopo tanti anni il Lazio si è adeguato - dice Bruno Federico - al Nazionale. Adesso rientrano in gioco i " senior" prima dovevi prendere almeno nove - dieci giovani di Lega. Adesso sei - sette sono più che sufficienti. Adesso per le squadre che puntano a vincere troveremo squadre con giocatori importanti. Penso che la maggior parte degli allenatori sceglieranno di giocare in porta con un " anziano". In Eccellenza la vedo dura per i 2003 visto che sono due anni che non giocano. Dalle giovanili al massimo campionato regionale avranno dei problemi. Noi come Latina Borghi Riuniti siamo già a posto. abbiamo dieci under, dove lo scorso anno fino allo stop abbiamo giocato anche con un 2003 titolare. In Eccellenza avrei lasciato il 2000, ma queste sono le regole".

Bruno, la notizia del momento è l'unione tra le due società di Pontinia.

 " Le unioni o sono la rovina di due società o esce una società forte. Sono d'accordo su questa decisione fatta dalle due società, anche se sapevo che fino a due giorni fa i due sodalizi erano in " guerra" calcisticamente parlando. Ripeto, una scelta che condivido, Pontinia è sempre stata una fucina di tanti giovani calciatori. Negli anni 90' / 2000 da Pontinia sono partiti tanti giovani approdati al professionismo e non era semplice.Hanno sicuramente le potenzialità per fare bene, un unico budget è sicuramente meglio di due budget divisi. Purtroppo la provincia di Latina perde un titolo, speriamo che qualche società della provincia nè possa usufruire".