Montenero: Il Diggì Fabio Santarpia " Possiamo solo sperare, ma sono titubante in una ripresa".

17.01.2021 12:09 di Paolo Annunziata   Vedi letture

La riflessione sulla situazione calcistica del momento arriva dal direttore generale dell' FC Montenero Fabio Santarpia, che oltre che da dirigente parla anche da consulente del lavoro, il suo mestiere. 

" Finchè non avremo l'ufficialità - dice Fabio Santarpia - possiamo solo continuare a sperare, ma sono titubante. Credo che i presupposti non ci siano più. Siamo armai a metà gennaio e si starà fermi per altri cinquanta giorni. Poi ci vorranno due settimane per la preparazione, poi i recuperi e si dovrebbe arrivare a fine marzo. I dilettanti sono spessi ragazzi che studiano e che hanno lavori precari e slittare un campionato dove si arriva al periodo estivo vorrebbe dire dimezzare le rose perchè in tanti avranno impegni lavorativi stagionali. Quindi se la decisione è quella di stoppare tutto, forse dovremo avere un celere riscontro da parte della Federazione. Personalmente non trovo molto equo la gestione del bonus Sport e Salute, ma questo ripeto è una mia riflessione. dare 800 euro a chi in passato ne percepiva 200 ( perchè magari abita a cento metri dal campo) non è normale, ma purtroppo in Italia c'è sempre qualcosa che gira storto. Mi sono fatto un semplice conteggio, di media ogni società ha otto - dieci atleti che percepiscono il bonus, quindi lo Stato versa circa 6400 euro mensile ai ragazzi, non sarebbe più facile dare la metà dell'importo alle società e obbligare le stesse a fare i tamponi settimanali per poi caricare i risultati del tampone sul portale della società? In modo di controllare settimanalmente la situazione dei positivi".