Edoardo Vona " Per me il calcio è lavoro, è la mia vita".

25.07.2020 18:56 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Figlio d'arte. Il papà è Maurizio, grande bomber degli '80 e '90. Aroete d'area faceva tremare tutte le difese avversarie, per la sua forza fisica e per la sua carica agonistica. Stesso padre stesso figliio. Lui è Edoardo Vona classe 1996 cresciuto nelle giovanili del Latina Calcio, poi il salto in serie C2 con il Sant' Arcangelo, serie C con la Cremonese, da due anni è in serie D con il Castrovillari. 

" Esperienze tutte - dice Edoardo Vona - positive, dove ho conosciuto allenatori che mi hanno insegnato tanto e tanti amici. Il Calcio per me è lavoro è la mia vita. Vivo questo sport a 360°. Abbiamo attraversato un brutto momento con questa pandemia dove mi è mancato tanto il campo da gioco, lo spogliatoio, i miei compagni e gli abbracci dopo un gol. L'ho passato veramente male, mi sono sempre allenato, ma non è stata la stessa cosa. Solo chi fa questo lavoro può capire che sono stati mesi brutti. Speriamo di partire per la fine di settembre. Il mio futuro? La proposta per rimanere a Castrovillari è già arrivata, ma penso di andare via, ci sono alcune richieste, ma la mia voglia è quella di ritornare tra i professionisti, un passaggio di categoria che me lo voglio guadagnare sul campo. I procuratori? Fanno parte del gioco, certe volte la meritocrazia non viene pagata con la categoria dove giochi. Più è bravo il procuratore e più sali, chiaramente adeguate alle tue capacità. Papà Maurizio? E' il mio primo tifoso, devo tanto a lui. Se sto facendo una buona carriera il merito è tutto suo. Abbiamo lo stesso carattere, mi segue sempre.".

Lo segui il Latina Calcio?

" La domenica pomeriggio è il primo risultato che voglio sapere. Lo seguo sempre, il Latina Calcio è la mia maglia". 

Un' altro esempio di quei tantissimi ragazzi che potrebbero giocare per i colori della loro città e invece sono costretti a " emigrare" in altri lidi. Questo è il calcio.