Angelo Alberton " L'economia è ferma, adesso il calcio è di secondaria importanza.

22.11.2020 07:19 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Scende in campo Angelo Alberton e non lo fa da direttore sportivo dell' Agora. Lo fa dirigente di calcio dove sta sul pezzo da trent'anni e aver preso il premio benemerito da parte del Comitato Regionale LND. 

" Sento parlare ancora di allenamenti - dice Angelo Alberton - individuali. Di iniziare dal 4 dicembre con nuove preparazioni collettive. Stiamo vivendo questo periodo con grande amarezza e incertezza. L'economia è ferma, in questo momento il calcio è di secondaria importanza, rispetto al resto delle cose. La salute e la prevenzione sono le cose più importanti. Invece leggo di attacchi al Comitato Regionale per sapere quando si inizia, che dodici giorni per la preparazione sono pochi, come se il calcio adesso è la cosa primaria. Qui c'è gente che ha perso il lavoro, e c'è gente che sta pensando di scendere in campo. Dico a tutti gli addetti ai lavori di andare a farsi un giro negli ospedali, ancora non si rendono conto che il problema è grave. Stiamo toccando veramente il fondo, nella scala dei valori c'è prima la salute, il lavoro e poi gli sport collettivi e singoli. Sono d'accordo con il pensiero di Peppe Mancini. Ma quale 4 dicembre in campo. Vediamo anche nei professionisti quello che sta succedendo. Ricordiamoci che siamo dilettanti".