Hermada:Justin Lauretti " Anche se nessuno ci crede, questa squadra è stata costruita con un budget molto basso".

09.05.2020 17:04 di Paolo Annunziata   Vedi letture

E' dirigente e giocatore da quest'anno dell' Hermada. Il papà è stato uno dei pionieri del calcio in questo borgo. Una passione che ha lasciato al figlio Justin Lauretti. 

" Con Daniele Sacchetti c'è una grande amicizia, visto la grande amicizia che ci lega al presidente Piarpaolo Marcuzzi, amico di vecchia data questa estate c'è stata la possibilità, visto che facevamo la seconda Categoria con gli Amatori Hermada di fare una fusione, che è arrivata al momento giusto. Avevamo inziato un percorso interessante e mi riferisco soprattutto al settore giovanile. Si è formato subito un grande gruppo, questo è stato il segreto. Nonostante nessuno ci creda, questa squadra è stata costruita dal bravo Daniele Sacchetti con un bugdet minimo, nessuno ci crede ma questa è la realtà, non siamo gente che butta i soldi dalla finestra. Per il prossimo anno parlare di rimborsi sarà ancora più difficile. Le aziende pronte a investire per il calcio sarà ancora più difficile trovarle. Tornerà il vecchio calcio dilettantistico con tutti giocatori del borgo e del territorio, siamo fortunati perchè la nostra zona è ricca di giocatori importanti. Si dovranno accontentare, al massimo ci saranno un paio di innesti. Come dicevo con il settore giovanile i nostri ragazzi dovranno avere come primo obiettivo la prima squadra e nè abbiamo tanti e interessanti. Parlare per questa stagione ancora di calcio mi pare fuori luogo, adesso dobbiamo pensare alla salute e alle nostre famiglie. L' Hermada sarà pronta insieme agli amici del Montenero per fare la categoria superiore, per continuare a fare i nostri bei campionati. Questo è il bello del calcio dilettantistico. Saluto tutti i miei compagni di squadra e i dirigenti e giocatori di tutte le squadre.  Speriamo di rivederci al più presto sui campi di calcio, questa è la nostra passione".