Fabio D' Onofrio " Quando riprenderemo sarà un Hermada pronto a recuperare posizioni in classifica".

24.11.2020 16:53 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Una partenza in campionato non brillante per questo nuovo Hermada. Squadra nuova con il tecnico Simone Mazzarella che ha portato un'idea di calcio non facile da assimilare. Uno che ha tanta rabbia in corpo per cancellare un inizio non soddisfacente è il difensore Fabio D'Onofrio. Così sta vivendo questo momento particolare per il calcio.

" Mi sto allenando - dice Fabio D' Onofrio - da solo. Senza andare al campo. Stiamo vivendo un momento molto particolare, brutto. Non abbiamo date sicure per fare allenamenti e per la ripresa del campionato. Fare questi tipi di allenamenti sapendo che la domenica non si gioca per noi di calcio fa veramente male. Già in passato c'è stato lo stop, adesso dono cinque partite giustamente c'è stato un altro stop. Così non si riesce a dare una continuità alla preparazione fisica e un'idea di squadra. Abbiamo un giovane allenatore come Mazzarella che ha un'ottima idea di calcio. Vuole un calcio positivo, tende a un grande possesso palla, a cominciare dal reparto difensivo. Sui campi come il nostro ( sintetico) lo facciamo bene, ma in certi campi che conosciamo molto bene è più difficile attuarlo. Devo essere onesto ci aspettavamo di più da quello che abbiamo fatto nelle partite giocate, parlo a livello di classifica. Ci mancano un pò di punti, c'è da sottolineare che la squadra è nuova ci voleva un pò di tempo, che purtroppo non abbiamo avuto, era questione di poco e l' Hermada sarebbe venuta fuori molto bene. Sono sicuro che alla ripresa vedrete un altro Hermada"

Cosa fa la domenica Fabio D' Onofrio? 

"Con tanto piacere la passo in famiglia, in primis con mio figlio Flavio. Cinque anni e mezzo ed è già iscritto ai Primi Calcio. Il mister è Saccoccia. Vedo che va molto contento agli allenamenti, gli piace il calcio, e di questo nè sono fiero. Ci manca tanto il campo, lo spogliatoio, le risate con i compagni e chiaramente ci manca la competizione. Adesso non ci resta che aspettare".